KARATE: PER LA TARANTINA SOLDANO BRONZO CONTRO LA CAMPIONESSA MONDIALE OHUCHI

Caorle nell’ultimo fine settimana è stata capitale mondiale del Karate. Durante la tre giorni della Venice Cup, Torneo aperto a tutti i membri della WKF, ai tesserati FIJLKAM e agli Enti di Promozione Convenzionati, giunta alla 26ª edizione, che ha visto scendere sul tatami oltre 1700 atleti provenienti da una trentina di Paesi.
La più numerosa, ed essendo il paese ospitante delle prossime Olimpiadi c’era da aspettarselo, è stata proprio quella nipponica guidata dalla campionessa mondiale Mirisa Ohuchi, vincitrice nell’ultima competizione iridata di Tenerife.
E proprio contro la Ohuchi si sono infrante le speranze di vittoria della nostra Sara Soldano, l’atleta tarantina del dojo Matsumura allenata dal maestro Antonio Di Serio. La 16enne pugliese, che aveva saltato il mondiale a seguito di seri problemi di salute, è tornata sul tatami proprio in occasione dell’evento internazionale di Caorle ma al primo turno si è trovata davanti la campionessa mondiale Ohuchi.
Una fatalità, visto che il giorno prima erano stata inserita in una pool diversa. A seguito dell’assenza di due atlete sono state rifatte le combinazioni e l’atleta pugliese si è trovata faccia a faccia con la giapponese. Nonostante il sorteggio sfavorevole, però, il talento della Soldano, atleta della nazionale italiana, “brillava di bronzo”, aggiudicandosi un prestigioso terzo posto.
Per la Puglia segnaliamo un soddisfacente 5° posto (categoria Juniores +76kg) per Angelo Di Bari ed il 5° posto (su 64 atlete di categorie ander 14 anni+48kg) per Gemma Di Bari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *