LA FINANZA SEQUESTRA UN MILIONE AD UN IMPRENDITORE

Militari della Compagnia di Manduria hanno eseguito un
decreto di sequestro preventivo “per equivalente” – ex art.
321 c.p.p. -, di beni mobili, immobili e disponibilità
finanziarie per un totale di 1 milione di euro, nei confronti di
un imprenditore di Avetrana, titolare di un’impresa
operante nel settore dell’estrazione di materiale da
costruzione.
Il provvedimento cautelare, emesso dal G.I.P. del Tribunale
di Taranto, su proposta della locale Procura della Repubblica,
consegue ad una verifica fiscale eseguita dalle Fiamme Gialle
della predetta Compagnia nei confronti della citata impresa,
all’esito della quale sono state accertate ingenti cessioni “in
nero” di conci di tufo, estratti da una cava estesa per 12
ettari, gestita in territorio di Fragagnano, per le quali
sono stati dichiarati volumi d’affare notevolmente inferiori
rispetto a quelli realmente conseguiti.
L’imprenditore è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per
la condotta illecita di cui all’articolo 4 del D.Lgs. 74/2000,
relativa alla dichiarazione infedele dei redditi ai fini I.V.A. e
II.DD. per le annualità dal 2007 al 2012.
L’ammontare complessivo del sequestro è pari al totale delle
imposte evase.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *