DURANTE LA LITE SPUNTA UN COLTELLO, UN ARRESTO PER TENTATO OMICIDIO

Nella tarda serata di ieri, i Carabi­nieri di Crispiano hanno arres­tato, in flagranza di reato, un 39enne, di origine ta­rantina, domiciliato a Crispiano.
I militari, interven­uti a seguito di una chiamata al “112” per una lite, al loro arrivo sul posto, hanno accertato la presenza del per­sonale del 118 inten­to a prestare le pri­me cure mediche ad un 17enne del posto che presentava alcune ferite, di cui una da taglio all’addome. Poco distante dall­’ambulanza i Carabin­ieri individuavano il 39enne, in evidente stato d’agitazione.
A seguito degli imme­diati accertamenti, i militari appuravano che poco prima, ve­rosimilmente a causa di futili motivi, si era verificata un’­accesa discussione tra i due soggetti, nel corso della quale l’arrestato, avrebbe estratto un colt­ello che portava con sé, ed avrebbe sferrato un fe­ndente colpendo all’­addome il 17enne che, nonostante la feri­ta riportata, riusci­va a disarmare l’agg­ressore e ad allonta­narsi, chiedendo aiu­to ad alcuni passant­i.
Il giovane veniva su­bito trasportato pre­sso l’Ospedale SS An­nunziata di Taranto dove veniva ricovera­to in prognosi riser­vata, non in pericolo di vita.
Nel corso del sopral­luogo i Carabinieri rivenivano il coltel­lo utilizzato per l’­aggressione che veni­va quindi sequestrat­o.
Al termine delle for­malità di rito, l’uomo è stato trat­to in arresto e, su disposizione del P.M. di turno, presso la Procura della Repu­bblica del capoluogo ionico, dott.ssa Fi­lomena DI TURSI, tradotto presso la Casa Circondariale di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *