L’ARCIVESCOVO SANTORO ALLA RASSRGNA DEL VOLONTARIATO

L’Arcivescovo Filippo Santoro alla XIII Rassegna provinciale del Volontariato e della Solidarietà

«Se si uniscono le forze migliori della nostra società noi possiamo andare avanti!»

Stamane l’Arcivescovo Metropolita di Taranto, S.E. Monsignor Filippo Santoro, accompagnato da Don Emanuele Ferro, parroco della Basilica “San Cataldo” e portavoce della Curia Arcivescovile, ha visitato la XIII Rassegna provinciale del Volontariato e della Solidarietà nella sede universitaria di via Duomo a Taranto, accolto dalla vicepresidente vicario del CSV Taranto, Carmen Galluzzo Motolese, e dai consiglieri del Centro Servizi Volontariato Taranto.

A conferma della maggiore attenzione da parte dell’Amministrazione comunale verso il mondo del volontariato e del CSV Taranto, anche in questa seconda giornata della Rassegna è stata particolarmente nutrita la presenza della Giunta del Comune di Taranto con ben tre assessori: l’assessore al Welfare Simona Scarpati, l’assessore alla Cultura e Legalità Franco Sebastio e l’assessore alle Partecipate e Fondi strategici Massimiliano Motolese.

Monsignor Filippo Santoro si è soffermato con i rappresentati delle organizzazioni di volontariato presenti, ascoltando attentamente ogni volontario e donandogli una parola di conforto e, soprattutto, di stimolo a praticare con maggiore energia la gratuità della sua azione a favore di chi vive un disagio e, più in generale, a contribuire alla costruzione di una comunità sostenibile e basata sui valori del volontariato.

Nell’occasione Monsignor Filippo Santoro ha poi voluto commentare una recente affermazione del Pontefice: «Quando Papa Francesco afferma che le “diseguaglianze non sono una fatalità”, vuole condannare la rassegnazione, quando pensiamo “le cose sono andate così, sono un meccanismo inesorabile”. E invece non è così: proprio il volontariato indica che, se noi ci impegniamo, con il cuore, con l’intelligenza e con la volontà, a costruire e a lavorare insieme, a essere vicini ai bisogni delle persone, allora la fatalità si rompe. Non è una fatalità, è un sistema che ha come massimo obiettivo la produzione del profitto su tutto il resto. Proprio il volontariato ci dice che il massimo obiettivo è invece prendersi cura della nostra vita, prendersi cura degli altri e prendersi cura del bisogno».

In ultimo l’Arcivescovo Filippo Santoro, soffermandosi davanti a un manifesto della Rassegna, ha avuto parole di elogio e condivisione per lo slogan “Destinazione comunità sostenibile” scelto quest’anno dal CSV Taranto: «il volontariato è di grande importanza in ogni sua forma, perché presta attenzione al bisogno, penso a quando abbiamo cura dei genitori, degli anziani e dei disabili. È ancora più importante quando il tema del volontariato si unisce a quello della sostenibilità del nostro territorio: il volontariato è quella forma in cui noi usciamo da noi stessi e andiamo incontro a chi ci circonda, a chi è nella difficoltà e nel bisogno. Questo fa parte di un rapporto positivo con la natura, con l’ambiente con il contesto in cui viviamo. Se si uniscono le forze migliori della nostra società noi possiamo andare avanti. Particolarmente per la nostra città di Taranto e la nostra provincia è un’opportunità straordinaria in cui ognuno tira fuori il meglio di sé, costruisce in un rapporto positivo con le persone, in particolare con le più fragili, un rapporto positivo con la natura e con l’ambiente».

Carmen Galluzzo Motolese, vicepresidente vicario del CSV Taranto, ha così commentato: «tra i momenti più emozionanti ed intensi di tutta la nostra Rassegna del Volontariato, c’è sempre quello della visita di S.E. Filippo Santoro, Arcivescovo Metropolita di Taranto, perché tutti, al di là del proprio credo religioso, percepiamo l’autenticità dell’interesse con cui l’Arcivescovo viene tra noi e l’attenzione con cui ci ascolta. Quest’anno, inoltre, il Governatore della Puglia, Michele Emiliano, con un messaggio si è scusato per non essere potuto essere con noi alla Rassegna per concomitanti impegni, ma ha promesso che sarà presente a una delle prossime iniziative del CSV Taranto».

Un’altro momento particolarmente interessante della Rassegna è stato la presentazione del Programma Regionale PugliaSocialeIN – CALL2ACTION e CALL4IDEAS, con l’intervento di Anna Maria Candela, Dirigente Sezione Inclusione Sociale attiva e Innovazione Reti Sociali dell’Assessorato al Welfare della Regione Puglia, nonché dell’assessore comunale alle Partecipate e Fondi strategici Massimiliano Motolese.

Per il quinto anno consecutivo la manifestazione si e tenuta per due giorni, il 20 e il 21 ottobre, nella sede del Dipartimento Jonico dell’Università degli studi “A. Moro”, in via Duomo a Taranto.

La XIII Rassegna provinciale del Volontariato e della Solidarietà si avvale del patrocinio del Dipartimento Jonico dell’Università di Bari, del Comune di Taranto, della Presidenza della Regione Puglia e dell’Istituto Italiano della Donazione, nonché del sostegno di COOP Alleanza 3.0 e di Banca Popolare Etica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *