Home Politica “LE ATTIVITA’ COMMERCIALI CHIUDONO, IL SINDACO SI DIA UNA MOSSA”

“LE ATTIVITA’ COMMERCIALI CHIUDONO, IL SINDACO SI DIA UNA MOSSA”

“LE ATTIVITA’ COMMERCIALI CHIUDONO, IL SINDACO SI DIA UNA MOSSA”
0

Una media di circa 300 imprese commerciali che ogni anno chiudono i battenti a Taranto e Provincia. Il Presidente di Confcommercio Taranto Leonardo Giangrande ha elencato i numeri in rosso di un saldo negativo relativo alle imprese commerciali. Negli ultimi cinque anni infatti sono state 1600 circa le attività che si sono perse con conseguenti ricadute negative sul fronte occupazionale. Per il presidente ionico dell’associazione dei Commercianti è una questione politica che affonda le sue radici nella mancanza di programmazione: “ Se le cose non cambieranno, il dato delle cessazioni di attività potrebbe peggiorare”.
Una ciambella di salvataggio giunge da Confidi, rappresentata nella conferenza stampa tenutasi nella sede di Confcommercio, da Giuseppe Sebastio il quale ha spiegato che dal 2009 ad oggi la Regione Puglia, grazie a fondi comunitari, ha messo in campo azioni utili per consentire alle aziende un più agevole accesso al credito e nella sola Provincia di Taranto sono stati finanziati circa 15 milioni di euro. Ed altre risorse saranno disponibili per il 2016 per complessivi otto milioni di euro.
Per uscire dalla crisi ha spiegato Giangrande si rende necessaria un’inversione di rotta: “Bisogna puntare sulle risorse del territorio, altrimenti difficilmente Taranto supererà questo momento drammatico. È necessario – ha concluso il Presidente di Confcommercio – che il Sindaco si dia una mossa e chi non è in grado di governare si metta da parte»