LEGALITÀ, I CARABINIERI COINVOLGONO GLI STUDENTI (FOTO)

Terminato il ciclo di conferenze sulla legalità presso gli istituti scolastici martinesi e dei comuni limitrofi a cura del locale Comando Compagnia dei Carabinieri.
È terminato alcuni giorni fa un ciclo di conferenze sul tema della legalità che i Carabinieri della Compagnia di Martina Franca hanno tenuto presso gli i istituti scolastici della giurisdizione a partire dal mese di febbraio.
Il Comandante della Compagnia, Cap. Giovanni Piscopo, con la collaborazione del Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile e dei Comandanti delle dipendenti Stazioni, ha tenuto 14 incontri con gli studenti di ogni ordine e grado dei comuni ricadenti sotto la giurisdizione del reparto, in particolare a Martina Franca, Grottaglie, Monteiasi, Montemesola, Monteparano e San Giorgio Jonico.
Tali incontri hanno avuto l’obiettivo di illustrare i compiti che svolge l’Arma dei Carabinieri al servizio del cittadino, nonché quello di sensibilizzare gli studenti all’importanza del principio di legalità.
Tra i temi trattati anche quelli del bullismo e delle sostanze stupefacenti, problemi purtroppo ricorrenti, soprattutto presso le scuole medie inferiori e superiori.
Ai discenti sono stati indicati tutti gli aspetti negativi che fenomeni del genere comportano e sono state fornite indicazioni e suggerimenti sul come reagire quando si è a conoscenza di siffatte situazioni.
L’occasione è stata preziosa anche per illustrare i rischi che si corrono con connessioni a internet non sicure e soprattutto con un incauto utilizzo dei social network. Agli studenti delle scuole medie superiori, inoltre, sono stati rivolti diversi cenni anche sul tema della violenze di genere.
Il feedback ottenuto dagli studenti di tutti gli istituti visitati è stato sempre positivo: l’interazione tra i militari intervenuti e gli studenti è stata proficua e costruttiva, viste anche le numerose domande che questi ultimi hanno rivolto. L’iniziativa è destinata a proseguire l’anno prossimo, privilegiando quegli istituti scolastici ove ancora essa non ha trovato realizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *