Home Cronaca LIDO “LA BARCHETTA”, PERMESSI IN REGOLA: DISSEQUESTRO DELLE STRUTTURE

LIDO “LA BARCHETTA”, PERMESSI IN REGOLA: DISSEQUESTRO DELLE STRUTTURE

LIDO “LA BARCHETTA”, PERMESSI IN REGOLA: DISSEQUESTRO DELLE STRUTTURE
0

Il Tribunale penale di Taranto, seconda sezione collegiale, ha accolto l’appello del titolare del Lido “La Barchetta” di Castellaneta Marina, avverso l’ordinanza di rigetto emessa dal GIP di Taranto avente ad oggetto il sequestro preventivo di una parte della sua struttura balneare adibita a solarium e pista da ballo. La Guardia di finanza di Castellaneta appose sigilli alla struttura, una delle più note del litorale occidentale della provincia jonica, conosciuta soprattutto per il by night.
Le accuse erano di inosservanza degli articoli 55 e 1161 del codice della navigazione in quanto, secondo gli inquirenti, vi sarebbe stata assenza di titoli abilitativi per le opere realizzate dalla titolare dello stabilimento nel corso degli anni e presenti nella fascia di 30 metri dal limite del demanio marittimo. L’imprenditore rappresentato dall’Avv. Pietro D’Alfonso, ha contestato le motivazioni dell’ordinanza di rigetto del GIP, evidenziando che invece lo stabilimento di Castellaneta Marina è in possesso di regolare permesso a costruire in sanatoria nonché di tutte le altre autorizzazioni nevessarie a svolgere attività stagionali. Tesi, queste, accolte anche dai magistrati tarantini all’udienza camerale dello scorso 24 luglio.