Home Cronaca MARINA E VIGILI DEL FUOCO HANNO CELEBRATO INSIEME SANTA BARBARA (LE FOTO)

MARINA E VIGILI DEL FUOCO HANNO CELEBRATO INSIEME SANTA BARBARA (LE FOTO)

MARINA E VIGILI DEL FUOCO HANNO CELEBRATO INSIEME SANTA BARBARA (LE FOTO)
0

LA MARINA MILITARE E IL CORPO DEI VIGILI DEL FUOCO CELEBRANO CONGIUNATMENTE LA RICORRENZA DELLA LORO PATRONA SANTA BARBARA.
Oggi è stata celebrata la Santa Messa presso il Duomo di San Cataldo

Ogni 4 dicembre gli uomini e le donne della Marina Militare e quanti operano per essa, nel ritrovarsi con le comuni origini e valori, festeggiano solennemente la loro Santa Patrona.
Quest’anno a Taranto, il Comando Marittimo Sud ed il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco hanno celebrato congiuntamente la ricorrenza di Santa Barbara, Patrona della Marina Militare e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Alle 10 nella Basilica Cattedrale “San Cataldo” in Via Duomo
Santa Messa c’è stata la messa solenne, presieduta dall’Arcivescovo di Taranto, Mons. Filippo SANTORO, e concelebrata dai Cappellani Militari.
Presenti alla celebrazione il Comandante Marittimo Sud, Ammiraglio di Divisione Salvatore VITIELLO, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Taranto, dott. ing. Giampiero RIZZO, le massime autorità civili, militari e religiose della città, oltre alle rappresentanze di personale della Marina Militare, dei Vigili del Fuoco e delle Associazioni d’Arma e Combattentistiche.
La Fanfara di Presidio eseguirà, prima dell’inizio della Santa Messa, alcuni brani musicali di intrattenimento in Piazza Duomo, nei pressi dell’ingresso della Basilica Cattedrale.
All’uscita dalla Basilica Cattedrale al termine della Santa Messa
Defilamento della Fanfara di Presidio, eseguiti brani musicali, da Piazza Duomo sino al Monumento al Marinaio in Corso due Mari, percorrendo via Duomo, Piazza Castello ed attraversando il Ponte Girevole.
Poi in Corso due Mari (marciapiede sud, lato Canale Navigabile)
La Fanfara di Presidio, schierata nei pressi del Monumento al Marinaio, ha eseguito l’Inno Nazionale.
Durante l’esecuzione dell’Inno di Mameli, quattro Vigili del Fuoco, appartenenti al Nucleo specialisti Speleo-Alpino-Fluviale (S.A.F.), si sono calati dalla sommità del Castello Aragonese fin giù alla banchina, lato Canale, dispiegando due cortine tricolori sugli spalti esterni, ai lati della scalinata d’accesso a mare.
Infine presso gli stand appositamente allestititi in loco, si sono svolte alcune attività dimostrative legate al progetto “Scuola sicura”, in collaborazione tra i VVF ed alcune Scuole di Taranto.