MASSACRATO DI BOTTE AL TERMINAL BUS DEL PORTO

La scorsa notte, gli Agenti della Polizia Ferroviaria di Taranto hanno denunciato due noti pregiudicati tarantini responsabili di lesioni gravi in concorso con altri.
In particolare, verso le ore 21,00 di ieri sera, un uomo di 36 anni della provincia di Brindisi, chiedeva aiuto alla Polizia, riferendo che poco prima, al Terminal Bus di via Porto Mercantile, mentre prelevarava una bevanda da un distributore automatico, si e’ visto circondato da un gruppo di cinque uomini che, dapprima lo hanno accusato di aver danneggiato nei giorni precedenti il distributore e poi sono passati alle vie di fatto aggredendolo violentemente con pugni e calci al corpo.
Gli agenti, appresa la notizia, hanno subito prestato i primi soccorsi al malcapitato, facendo altresì intervenire un’ambulanza del Servizio sanitario 118 che lo ha trasportato presso l’Ospedale Civile della provincia tarantina, dove lo stesso è stata medicato e successivamente dimesso con diagnosi di: “ frattura chiusa delle ossa nasali, contusioni multiple al volto e al cuoio cappelluto, incisivo e canino rotti” e prognosi di 30 giorni.
Dalla descrizione fornita dalla vittima sulle caratteristiche somatiche e sull’abbigliamento indossato dagli aggressori, gli agenti sono riusciti, da un’immediata perlustrazione effettuata nelle vie adiacenti la Stazione ferroviaria di Taranto, ad individuare due dei cinque componenti del gruppo, rispettivamente di anni 44 e 47 anni, tarantini e già noti alle forze. I predetti, al termine degli accertamenti di rito, sono stati deferiti per il reato di lesioni gravi in concorso con altri.
Sono in corso indagini, finalizzate all’individuazione degli altri componenti del gruppo aggressore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *