MELUCCI: “LAVORIAMO PER CANDIDATURA DI TARANTO A CAPITALE EUROPEA GREEN”

Accecato da una gelosia che pare fosse diventata ormai incontrollabile e’ finito in manette dopo un litigio con la moglie. In mattinata gli agenti della Polizia di Stato hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 40enne tarantino per maltrattamenti nei confronti della moglie.

La triste vicenda è emersa dopo le denunce della donna che ormai stanca delle continue aggressioni e vessazioni subite dal marito tra le mura domestiche ha deciso di rivolgersi alla Polizia di Stato.

Le indagini degli investigatori della Squadra Mobile, hanno raccolto inconfutabili indizi di colpevolezza nei confronti del violento marito, evidenziando uno scenario familiare caratterizzato da continue violenze psichiche e fisiche nei confronti della moglie che duravano da più di tre anni.
L’uomo,già conosciuto alle Forze di Polizia, era affetto da una vera e propria gelosia patologica che aveva creato nel’ambiente familiare un clima di terrore e sopraffazione.
Dopo le formalità di rito, il 40enne è stato tratto in arresto ed accompagnato presso la locale Casa Circondariale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *