I MIGRANTI ALZANO LA VOCE: “CONDIZIONI DI VITA INSOSTENIBILI” (FOTO)

Carenza di assistenza medica, farmaceutica e legale, cibo scarso e di qualità scadente, pochi prodotti per l’igiene personale, una sola doccia per 62 persone, ritardo nella corresponsione del pocket money. I migranti ospiti del centro di accoglienza a Paolo VI gestito dall’associazione Noi e Voi denunciano una situazione non più sostenibile. Al loro fianco, lo slai cobas che ha organizzato un presidio sotto la prefettura, per un incontro con il prefetto Umberto Guidato. E poi c’è la questione dei documenti, dei quali sono ancora in attesa dopo il loro trasferimento da Catania .
di Valeria D’Autilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *