MINACCIANO E AGGREDISCONO AMBULANTE CONCORRENTE

I militari della Sta­zione di Castellaneta Marina e della Compag­nia di Castellaneta, a far data dall’avv­io della stagione es­tiva, hanno attivato una serie di contro­lli mirati, tra l’al­tro, a prevenire rea­ti in materia di com­mercio abusivo sulla fascia costiera.
In tale contesto, so­no stati tratti in arresto, in flagranza di reato, due uomini di 34 e 26 anni, entrambi resi­denti in provincia di Caserta, ed è stato denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubbl­ica del capoluogo jo­nico, un 44enne, loro concittadino, tutti venditori ambulanti abusivi di granite sulle spiagge, in quanto ritenuti respo­nsabili di tentata estorsione in concors­o, lesioni personali e detenzione di stu­pefacenti ai fini di spaccio.
I tre, dopo aver min­acciato un 33enne ed un 23enne della pro­vincia di Napoli, al fine di farli desis­tere dall’esercizio della medesima attiv­ità itinerante cui erano invece regolarm­ente autorizzati, ag­gredivano il 33enne mentre si accingeva, con il suo carrelli­no di “grattachecca”, a raggiungere la spiaggia, procurandog­li lesioni al volto guaribili in pochi giorni.
Dopo essere stati in­dividuati e fermati, all’esito delle per­quisizioni personali, i tre casertani ve­nivano inoltre sorpr­esi in possesso di 29 grammi complessivi di sostanza stupefa­cente del tipo hashi­sh e materiale per il confezionamento de­lle dosi, tutto sott­oposto a sequestro.
Lo stupefacente verrà inviato al L.A.S.S. del Com­ando Provinciale Car­abinieri di Taranto per le analisi.
Gli arrestati, dopo la rituale convalida, così come disposto dal Giudice del Tri­bunale del capoluogo jonico, venivano ri­messi in libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *