Home Politica OSPEDALE: “PRENDONO IN GIRO I TARANTINI PER FAR FALLIRE IL PROGETTO”

OSPEDALE: “PRENDONO IN GIRO I TARANTINI PER FAR FALLIRE IL PROGETTO”

0

“I cittadini presi in giro dai tuttologi che non amano Taranto.” Ad affermarlo è il consigliere regionale del PD Michele Mazzarano in riferimento al nuovo Ospedale San Cataldo di Taranto i cui lavori di costruzione partiranno a breve.
“La polemica sulla procedura di Valutazione di impatto ambientale per la realizzazione del nuovo ospedale di Taranto – scrive Mazzarano – sembra una questione di lana caprina, sollevata ad arte, forse da chi coltiva il recondito desiderio di far fallire il progetto”, dichiara il capogruppo del Partito Democratico in consiglio regionale, Michele Mazzarano, che ribadisce la ferma volontà della Regione Puglia a procedere con l’avvio per la realizzazione dei due nuovi ospedali pubblici di Monopoli e di Taranto nel minor tempo possibile.
“Stiamo monitorando da tempo il rigoroso rispetto delle norme e del cronoprogramma per evitare che non si perda un centesimo del finanziamento. Abbiamo esercitato la nostra funzione di controllo con innumerevoli audizioni in Commissione Sanità per costringere l’Asl ad ottemperare al rispetto delle norme, delle procedure e dei tempi. Ora, alla vigilia della cantierabilità del progetto, assistiamo increduli ad una disquisizione fatta di cavilli burocratici che in realtà nasconde il desiderio di far fallire il progetto. E del resto non sarebbe la prima volta. Le direttive in materia – continua Mazzarano – non prevedono la valutazione di impatto ambientale in riferimento alla realizzazione di un ospedale. L’ospedale San Cataldo è un opera troppo necessaria a Taranto per essere fermata dai cavilli burocratici. In particolare – aggiunge – voglio ricordare come il nostro territorio sia vittima di una conclamata emergenza sanitaria, e che quindi i cittadini hanno il diritto non solo ad avere nel minor tempo possibile un nuovo grande ospedale pubblico, ma anche a non essere presi in giro, come troppo spesso è accaduto in passato”.