PREZIOSO DONO DI UNA FAMIGLIA TARANTINA AL COMUNE (FOTO)

Il difensore centrale rossoblù Francesco Pambianchi è stato l’ospite della trasmissione sportiva “Lo sport..a modo mio”. Uno dei pilastri della difesa ionica ha analizzato l’ultima vittoria interna contro l’Aprilia e non solo: “La rete al novantesimo è stata una gioia immensa. Anche nei momenti difficili assieme ai compagni di squadra abbiamo sempre creduto alla vittoria. E’ stato un gol paragonabile ad una vittoria di finale. La curva nord e tutto lo stadio si sono fatti sentire dandoci una spinta fondamentale e spero di vedere sempre più gente tra i gradoni. Se riesco a giocare bene il merito è di tutta la squadra, oltre a mister Cazzarò che sta lavorando benissimo trasmettendoci tranquillità.

La gara contro l’Aprilia ci vale da esempio per le prossime sfide. Siamo consapevoli di affrontare squadre che puntano a strappare anche un punto contro il Taranto e spesso pensano solo a difendersi e ripartire. Fondamentale è rimanere sempre lucidi, consapevoli della nostra forza giocando con una elevata cattiveria sportiva. Nardò e Virtus Francavilla sono due avversarie che continuano a far bene, ma dobbiamo pensare solo a noi.

Questo momento magico è merito anche della Società che ci è sempre vicina. Siamo come una famiglia consapevoli di fare sacrifici per raggiungere il nostro obiettivo. Sono molto felice di essere un giocatore del Taranto e spero di ritornare tra i professionisti con questa maglia. Sarebbe un sogno. Qui la gente si merita altri palcoscenici rispetto la serie D. Restiamo umili e con i piedi per terra. Continuiamo ad allenarci con la solita intensità. La sosta di Pasqua è una maniera per ricaricare le energie mentali e fisiche in vista delle ultime decisive partite”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *