Home Cronaca PROTESTA SINDACATI POLIZIA SUL RIORDINO DELLE CARRIERE (FOTO)

PROTESTA SINDACATI POLIZIA SUL RIORDINO DELLE CARRIERE (FOTO)

PROTESTA SINDACATI POLIZIA SUL RIORDINO DELLE CARRIERE (FOTO)
0

VITTIME DI FUOCO AMICO è stata denominata così la manifestazione di protesta a livello nazionale organizzata dal sindacato di categoria degli agenti della Polizia di Stato, Ugl. L’evento si si è tenuto anche a Taranto nella mattinata di oggi dalle ore 07.00 alle 10.00 circa, la
Segreteria Provinciale di Taranto ha effettuato un “picchetto” nell’area
antistante l’ingresso della Questura di Taranto, in via Palatucci
con volantinaggio, al fine di protestare contro le scelte definite dal sindacato sbagliate del
Dipartimento di Pubblica Sicurezza per sensibilizzare il personale in
divisa e l’opinione pubblica riguardo alRiordino delle Carriere. Questa la nota stampa del segretario generale regionale Di Monte con la quale si spiegano i perché della protesta;
“L’iniziativa, che rientra in una manifestazione di protesta con
volantinaggio contemporaneamente davanti a tutte le Questure ed Uffici
di Polizia d’Italia per manifestare il proprio dissenso nei confronti di
un Riordino delle Carriere – quello appena licenziato dalla Presidenza
del Consiglio e trasmesso alle competenti commissioni parlamentari ed al Consiglio di Stato per il prescritto parere e che, si legge nella nota dell’Ugl Polizia, umilia la dignità personale e professionale delle donne e degli uomini in divisa. L’iniziativa è voluta al fine di sensibilizzare lo stesso Dipartimento sulle tante criticità ed incongruenze che questo
progetto, purtroppo, annovera e che avrà sicuramente ripercussioni
negative sullo spirito motivazionale del personale stesso.

Al presidio presenti il Segretario Generale Provinciale di
Taranto Rocco Caliandro e il Segretario Generale Regionale Giuseppe
Fabio Dimonte unitamente ad una delegazione di appartenenti alla Polizia
di Stato aderenti a questa sigla sindacale.

La manifestazione denominata “VITTIME DI FUOCO AMICO”, è stata l’occasione
per esporre la nostra posizione relativamente al riordino, perché
riteniamo che UN ALTRO RIORDINO SIA POSSIBILE!!!

La Pubblica Amministrazione, afferma il sindacalista, nel redigere questo riordino ha mostrato di
essere lontana dai veri bisogni del personale e non sarebbero stati colti i tanti e i forti segnali di malessere lanciati a più riprese proprio dagli stessi. Il riordino delle carriere, per
definizione, dovrebbe riordinare e riorganizzare i ruoli secondo i più
moderni principi di efficienza ed efficacia, restituendo maggiore
dignità professionale al personale. Per il raggiungimento di questo
risultato nella legge delega si parla di apertura delle carriere e,
tenuto conto del ritardo nei concorsi che ha paralizzato le aspettative
di carriera della base – causando una grave carenza nei ruoli e
l’invecchiamento eccessivamente elevato del personale sulle qualifiche
apicali – è più che evidente che il riordino avrebbe dovuto, prima di
tutto, porre rimedio a tali situazioni.
Nella ferma convinzione che un altro riordino è possibile, non
lasceremo, prosegue Di Monte, intentata alcuna azione al fine di migliorare questo progetto
di riordino. Siamo pronti a farci ascoltare dalle deputate Commissioni
parlamentari, chiamate ad esprimere il proprio parere nonché da tutti i
gruppi parlamentari che sensibilizzeremo al riguardo.

Il Segretario Generale Regionale UGL Polizia di Stato Giuseppe Fabio DIMONTE”