PUMS, PASSI AVANTI A LEPORANO E PULSANO

Le Amministrazione Comunali di Pulsano e Leporano hanno dato avvio ad un nuovo importante processo di pianificazione: il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS).

Nell’ambito del processo di pianificazione è prevista anche la partecipazione dei cittadini per definire gli obiettivi, le strategie e le relative azioni.

Ispirandosi ai principi del Patto di Amsterdam e dell’Agenda Urbana dell’Unione Europea, il percorso di partecipazione del PUMS congiunto di Pulsano e Leporano, intende traguardare il temine partecipazione con quello di “co-creazione” riconoscendo il ruolo della “società civile nel co-creare soluzioni innovative alle sfide urbane”.

Per questo, come ricordano le linee guida Regionali, il cittadino non deve essere più visto come un utente, ma piuttosto come un attore che concorre attivamente ad un cambiamento di paradigma.

Lo sharing, l’incentivazione dei mezzi sostenibili, l’utilizzo di mezzi pubblici per gli spostamenti casa- scuola o casa-lavoro, la ciclabilità (ecc.) non possono essere progettualità o azioni “imposte” o “somministrate” al cittadino ma devono essere condivise e riconosciute da questo come soluzioni più efficienti, sostenibili e funzionali di quelle previste e realizzate fino ad oggi.

Per questo le progettualità previste dal PUMS congiunto di Pulsano e Leporano , sono accompagnate da momenti di partecipazione e confronto con la popolazione che, da in lato informino/formino sull’importanza di queste nel quadro generale del piano, e dall’altro permettano alla società civile di contribuire al successo di progetti e politiche sentendosi appunto “co-creatori”.

I due comuni, hanno quindi deciso di integrare al massimo il percorso di partecipazione con lo sviluppo e la costruzione del PUMS. E’ stato predisposto un questionario on-line, accessibile dalla home page dei siti istituzionali dei due comuni, cliccando sul tasto dedicato PUMS, dal quale si accede a una sezione apposita che contiene il questionario.

L’unico obiettivo resta di favorire la massima partecipazione e consultazione sia dei cittadini, primi fruitori ed attori del Piano e dei portatori di interesse o stakeholders.

La compilazione richiede solo pochi minuti ed è in forma anonima, basta accedere al link presente sul sito dei due comuni https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfcTLudqX1YeC2sEFOnRG7lhzTPCI4b3rIJYOcx2fN4WVR-Fw/viewform ed in pochi minuti si potrà contribuire all’indagine sulle abitudini di mobilità dei cittadini e sulla capacità del sistema dei trasporti attuale di rispondere alle esigenze di chi vive, lavora o visita i due territori comunali.

L’Assessore Fabrizio Menza, con delega alla mobilità sostenibile al Comune di Pulsano, evidenzia quanto sia importante il percorso avviato INSIEME con Leporano, in quanto la co-pianificazione, permetterà di avere un piano che potrà analizzare al meglio i flussi e le richieste di mobilità, nonché le soluzioni da adottare al fine di integrare al meglio i due Comuni con altre realtà locali e/o regionali.

L’ Assessore Vincenzo Zagaria, con delega all’Urbanistica al Comune di Leporano, si mostra entusiasta dell’avvio delle attività di partecipazione e chiede quindi non solo di rispondere alle domande ma anche di diffondere la notizia e di incentivarne la compilazione anche ai propri familiari, parenti ed amici, al fine di poter condividere INSIEME i contenuti del piano.

Anche i due sindaci si sono espressi in merito , Francesco Lupoli, Sindaco di Pulsano, esprime la sua profonda soddisfazione non solo per il progetto in se, ma per la capacità che questo piano avrà di unire le due comunità che hanno tanto in comune e si mostra convinto che pianificare INSIEME porterà benefici ai territori .

Si tratta di un progetto molto interessante,afferma il sindaco di Leporano Vincenzo Damiano, che vede finalmente i cittadini di Leporano e di Pulsano essere parte attiva, insieme alle amministrazioni comunali, nelle scelte relative alla mobilità urbana. Il dialogo con i cittadini è fondamentale per una attività amministrativa sana e trasparente. Questo progetto condiviso può segnare l’inizio di una collaborazione tra i nostri comuni utile allo sviluppo sociale e culturale. Insieme si può programmare meglio il futuro delle nostre comunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *