“QUALITA’ DELLA VITA”: ECCO LA POSIZIONE DI TARANTO

La miglior qualità della vita? Si respira in montagna, sulle Alpi. Da Belluno, che si aggiudica la 28a edizione dell’indagine annuale realizzata dal Sole 24 Ore, e passando a zig-zag tra cime e tornanti attraverso Aosta, Sondrio, Bolzano, Trento fino ad arrivare a Verbano-Cusio-Ossola in Piemonte. Nei primi sette posti della classifica che misura il benessere, non solo economico, delle province italiane ci sono ben sei province alpine, a cui si aggiunge Trieste.

Sei macro aree e 42 indicatori, tra cui quest’anno entrano anche gli acquisti online, il gap retributivo di genere, la spesa per i farmaci, il consumo del suolo, gli anni di studio degli over 25 e l’indice di litigiosità nei tribunali, sono l’elemento portante dell’analisi che Il Sole 24 Ore realizza per stilare la classifica della Qualità della Vita nelle 110 province Italiane. Arretrano alcune grandi città: Milano che, nella classifica generale perde 6 posizioni e scivola all’ottavo posto; Roma, che scende al 24° rispetto al 13° del 2016, e Torino, che retrocede al 40° posto.

Nelle vittorie di tappa per singola macro area, Milano è sempre al top nell’ambito Ricchezza e consumi, conquistando il primato nel Pil pro-capite, nell’importo medio delle pensioni e nei depositi bancari. I voti migliori per il consumo di suolo e l’emigrazione ospedaliera vanno invece a Sondrio, che guadagna il podio dell’area ambiente e servizi. Aosta sale sul podio nella densità abitativa e nelle acquisizioni di cittadinanza, mentre per giustizia e sicurezza è la provincia di Verbano Cusio Ossola a guadagnare la prima posizione. Firenze, invece, supera Roma e si aggiudica il primo posto per cultura e tempo Libero. Ma la grande sorpresa del 2017 è Ascoli Piceno, che vince la medaglia d’oro nella categoria Lavoro e Innovazione.

In coda alla graduatoria complessiva, invece, finiscono soprattutto le aree di Campania e Puglia: ben otto nelle ultime dieci posizioni, con Caserta maglia nera 2017 e Taranto al penultimo posto. Al terz’ultimo c’è Reggio Calabria. A sancire il verdetto è il trend di fondo, che mostra, attraverso i risultati dei singoli indicatori, come il divario tra Nord e Sud del Paese tenda sempre più ad ampliarsi, tanto che per trovare la prima provincia del Sud e Isole bisogna scendere fino al 52° posto di Oristano.

Le aree centro-settentrionali, infatti, non solo ribadiscono i loro primati storici negli indicatori economici (dalla ricchezza al lavoro), ma guadagnano spazio anche nei ranking – come demografia e tempo libero – un tempo appannaggio dei territori del Sud. Non mancano comunque le buone prestazioni: la stessa Oristano conquista il terzo posto nella macro-area Giustizia e sicurezza, Matera sale al 6° posto nella categoria Ambiente e servizi e le province del Mezzogiorno occupano in blocco i primi 14 posti nell’indicatore legato alla diffusione della banda larga.

La Qualità della vita ha poi un versante digitale: all’indirizzo http://www.ilsole24ore.com/speciali/qvita_2017_dati/infografiche.shtml sono disponibili sia le classifiche sia una modalità per “pesare” secondo le proprie preferenze i vari parametri utilizzati e cogliere con un click differenze e analogie tra le varie zone d’Italia.

Ecco la classifica

Posizione Provincia Punti Pos. 2016 Diff.
1 W Belluno 583 4 +3
2 X Aosta 578 1 -1
3 W Sondrio 574 5 +2
4 W Bolzano 572 7 +3
5 X Trento 567 3 -2
6 W Trieste 563 10 +4
7 W Verbano Cusio Ossola 548 16 +9
8 X Milano 544 2 -6
9 W Gorizia 543 19 +10
10 X Udine 542 9 -1
11 = Siena 538 11 0
12 X Firenze 524 6 -6
13 W Pordenone 523 17 +4
14 X Bologna 523 8 -6
15 W Ascoli Piceno 519 42 +27
16 W Reggio Emilia 518 27 +11
17 X Livorno 512 14 -3
18 W Forlì 510 25 +7
19 W Treviso 509 37 +18
20 X Cuneo 508 18 -2
21 W Arezzo 508 34 +13
22 = Parma 506 22 0
23 X Ravenna 506 12 -11
24 X Roma 505 13 -11
25 X Verona 503 20 -5
26 X Modena 503 15 -11
27 W Rimini 502 33 +6
28 W Bergamo 502 29 +1
29 W Monza Brianza 502 41 +12
30 X Vicenza 501 26 -4
31 X Macerata 500 23 -8
32 W Como 498 40 +8
33 X Lecco 497 32 -1
34 W Pesaro 495 43 +9
35 W Piacenza 495 48 +13
36 X Biella 495 38 -2
37 X Ancona 493 28 -9
38 W Prato 492 53 +15
39 W Cremona 490 47 +8
40 X Torino 490 35 -5
41 W Mantova 489 50 +9
42 X Padova 489 30 -12
43 X Venezia 488 39 -4
44 W Vercelli 486 46 +2
45 W Ferrara 483 58 +13
46 X Brescia 482 45 -1
47 X Pisa 480 31 -16
48 X Genova 480 21 -27
49 X Perugia 480 44 -5
50 W Novara 480 56 +6
51 W La Spezia 479 54 +3
52 W Oristano 476 55 +3
53 X Grosseto 474 51 -2
54 X Lucca 474 36 -18
55 W Cagliari 473 57 +2
56 W Fermo 473 62 +6
57 X Varese 472 52 -5
58 X Savona 468 24 -34
59 W Terni 468 68 +9
60 W Teramo 467 76 +16
61 W Lodi 462 72 +11
62 W Pescara 461 81 +19
63 X L’Aquila 461 60 -3
64 W Alessandria 461 66 +2
65 W Rovigo 460 69 +4
66 W Asti 460 70 +4
67 W Potenza 460 80 +13
68 X Chieti 459 64 -4
69 X Olbia Tempio 457 59 -10
70 X Imperia 454 65 -5
71 W Viterbo 453 73 +2
72 X Massa-Carrara 452 49 -23
73 W Pavia 450 74 +1
74 W Matera 448 89 +15
75 X Nuoro 448 71 -4
76 X Pistoia 444 61 -15
77 X Rieti 443 75 -2
78 W Isernia 439 79 +1
79 X Ogliastra 438 67 -12
80 W Ragusa 429 82 +2
81 X Sassari 424 63 -18
82 X Latina 423 77 -5
83 = Campobasso 423 83 0
84 = Enna 422 84 0
85 W Crotone 422 106 +21
86 X Bari 419 85 -1
87 X Frosinone 416 78 -9
88 W Siracusa 416 98 +10
89 X Messina 415 88 -1
90 W Catanzaro 414 95 +5
91 W Cosenza 412 101 +10
92 W Caltanissetta 410 100 +8
93 W Catania 410 94 +1
94 W Barletta Andria Trani 410 104 +10
95 X Benevento 408 86 -9
96 X Agrigento 404 90 -6
97 W Palermo 404 99 +2
98 W Vibo Valentia 403 110 +12
99 X Trapani 402 91 -8
100 X Medio Campidano 401 97 -3
101 X Carbonia Iglesias 401 87 -14
102 X Avellino 401 93 -9
103 X Foggia 401 102 -1
104 X Lecce 399 92 -12
105 X Salerno 392 103 -2
106 X Brindisi 389 96 -10
107 = Napoli 389 107 0
108 W Reggio Calabria 388 109 +1
109 X Taranto 386 105 -4
110 X Caserta 370 108

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *