RICONOSCIMENTO DEL COMUNE ALLA PUGILISTICA “QUERO-CHILOIRO” (FOTO)

“MANGIA e CAMMINA”, passeggiata enogastronomica – domenica 4 settembre – tra i vicoli di Città Vecchia di Taranto. Un’occasione per trascorrere una domenica sera nel cuore del centro storico antico, alla scoperta delle tante emergenze culturali che l’Isola offre, raccontate dalle competenti guide turistiche di Conguide- Confcommercio Taranto, e per concedersi soste golose nelle attività turistiche e della ristorazione che per l’occasione diverranno punti di degustazione di cibo e vino.
Cultura e cibo, un binomio vincente sempre più apprezzato e non solo dalla clientela e dai turisti più esigenti, ma da un pubblico sempre più vasto e curioso di ri-scoprire il territorio non solo attraverso le bellezze naturali, storiche ed artistiche, ma anche attraverso i sapori ed i profumi che lo caratterizzano. Una riscoperta dei sapori più autentici e genuini nei luoghi di produzione (cantine, aziende agricole e casearie), lavoro che vede particolarmente impegnati da alcuni anni i Gal, o come in questo evento organizzato da Sirio Marketing e Comunicazione -con il supporto di Confcommercio e dell’Associazione Stella Maris- nei luoghi dove si vende e si mette in tavola il prodotto.
In realtà “Mangia e Cammina” è una iniziativa che al di là dell’aspetto legato di loisir, va oltre l’evento stesso e che si basa su 3 requisiti: qualità, filiera, rete. In questo senso l’impegno e la discesa in campo di Confcommercio al fianco degli organizzatori. L’idea infatti risponde, nella sua apparente semplicità, ad alcuni importanti obiettivi: valorizzare il territorio; promuovere le imprese enogastronomiche, della ristorazione e dell’ospitalità del territorio; mettere in rete le imprese; promuovere la imprenditorialità del territorio attraverso il suo patrimonio di cultura e produzioni.
In tal senso va anche letta la scelta effettuata quest’anno dal comitato promotore della Stella Maris di includere in parte del suo programma l’itinerario enogastronomico di “Mangia Cammina”. Una scelta coraggiosa per una festa popolare basata sulla tradizione, ma i tempi sono forse maturi per fare scelte di qualità che valorizzino la professionalità, la imprenditorialità.
Senza imprese non può esservi turismo e Taranto, se davvero vorrà divenire una città turistica, non può continuare a lasciare proliferare chioschetti e tavolini improvvisati, e a chiudere un occhio sulle tante situazioni irregolari che proliferano in città. “Mangia e Cammina” in tal senso è una provocazione ed un invito agli operatori e a chi lavora per dare a Taranto un’immagine turistica, a ragionare assieme e a dar vita a progetti di rete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *