Home Cronaca RIFIUTI PERICOLOSI A MANDURIA, INTERROGAZIONE AL MINISTRO GALLETTI

RIFIUTI PERICOLOSI A MANDURIA, INTERROGAZIONE AL MINISTRO GALLETTI

RIFIUTI PERICOLOSI A MANDURIA, INTERROGAZIONE AL MINISTRO GALLETTI
0

I Deputati Pd Pugliesi chiedono al Ministro Galletti chiarimenti sulle notizie relative al traffico illecito di rifiuti speciali pericolosi nel Comune di Manduria.

Questo il testo di un’interrogazione a risposta scritta al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
per sapere – premesso che:
stando a quanto riportato, nei giorni scorsi, da numerosi articoli pubblicati dalla stampa locale pugliese nel periodo 2004/2005 sarebbero stati trasferiti nel territorio del Comune di Manduria numerosi carichi di polvere di diossina, prodotta dagli elettrofiltri del camino E312 dello stabilimento siderurgico ILVA, per lo smaltimento.
In particolare gli articoli riportano le dichiarazioni rilasciate dal presidente dell’associazione “PeaceLink”, in un convegno, tenutosi il 22 settembre 2016 ad Avetrana, dove ha segnalato i particolari di questa oscura vicenda;
considerato che a Manduria non esistono siti idonei ad accogliere rifiuti di questo tipo e che le comunicazioni dell’Ilva relative alla tracciabilità della diossina, indicano come sito autorizzato ed esclusivo solo quello di Orbassano, in provincia di Torino -:

se il Ministro sia a conoscenza di questi fatti e se non ritenga necessario attivare, con estrema urgenza, tutte le iniziative utili a fare immediata chiarezza su quello, che costituirebbe un traffico illecito di rifiuti speciali pericolosi.

L’interrogazione è firmata dai parlamentari: Vico, Grassi, Ginefra, Ventricelli, Mariano, Capone, Massa, Pelillo, Losacco, Mongiello, Bordo, Cassano.