Home Politica RIGENERAZIONE URBANA, TARANTO COME BARCELLONA E MARSIGLIA. IL MINISTRO IN CITTÀ

RIGENERAZIONE URBANA, TARANTO COME BARCELLONA E MARSIGLIA. IL MINISTRO IN CITTÀ

RIGENERAZIONE URBANA, TARANTO COME BARCELLONA E MARSIGLIA. IL MINISTRO IN CITTÀ
0

Ancora una visita del Ministro Claudio De Vincenti nel capoluogo ionico, questa volta per la cerimonia di premiazione del concorso di idee per la città vecchia, riconoscimenti consegnati ai tre team vincitori di #OpenTaranto, il concorso internazionale, promosso dalla presidenza del Consiglio, da Regione Puglia e Comune di Taranto e attuato da Invitalia, nell’ambito del Contratto istituzionale di sviluppo per l’area di Taranto. “La sfida di Taranto, la sfida della industria pienamente compatibile con l’ambiente e la salute”. Lo ha detto il ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti, il quale ha aggiunto che le opere in città vecchia potrebbero iniziare nel 2018. I vincitori si sono aggiudicati i seguenti premi: 60.000 euro al primo classificato, 30.000 al secondo e 15.000 al terzo.
I progetti vincitori sono quelli presentati dai raggruppamenti guidati da:
Mate Società Cooperativa, primo classificato; Stefano Boeri Architetti Srl al secondo posto; Studio Bargone Architetti Associati, terzo classificato. “Sulla base delle idee progettuali -ha detto il Ministro- verrà preparato un piano di sviluppo per la città vecchia. Da quello si passerà poi ai bandi di progettazione. Ci vuole un po’ di tempo, è una grande operazione di rigenerazione urbana che segue esempi importanti: penso a Barcellona, a Marsiglia”.

“Noi – ha sottolineato il Ministro De Vincenti – vogliamo fare in modo che per Taranto si apra un percorso di valorizzazione di tutte le potenzialità esistenti: il porto, l’industria, il turismo, l’università, le altre attività e tra queste anche la cultura, che su Taranto già hanno cominciato a svilupparsi e che noi vogliamo che crescano ancora di più”.
De Vincenti durante il suo sopralluogo a Taranto ha prima incontrato i vertici dell’Università e poi ha visitato l’Arsenale della Marina militare. «Questa – ha detto il ministro – è una bellissima giornata. Concorso di idee per rigenerazione della città vecchia, l’università come centro di formazione e ricerca e l’Arsenale che vogliamo valorizzare per la città sono tre punti chiave della scommessa su Taranto.”