OMICIDIO ALLE “CASE PARCHEGGIO”, LA POLIZIA INDIVIDUA I RESPONSABILI

Il personale della Squadra Mobile di Taranto ha sottoposto, a fermo di indiziato di delitto per il reato di omicidio due pregiudicati tarantini di 32 e 40 anni.

Gli stessi sono stati anche arrestati in flagranza per la detenzione illegale di 7 pistole, munizionamento e sostanza stupefacente.

Nella serata di ieri, intorno alle ore 20.00, il personale della Squadra Mobile ha rinvenuto il corpo senza vita di un 39enne anch’egli con precedenti di polizia in una cantina delle cosiddette “case parcheggio” del rione Tamburi.

Dai primi accertamenti svolti dal Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica, è emerso che la vittima presentava ferite sul corpo, su cui sono in corso accertamenti. 

Le indagini immediatamente avviate dagli uomini della Squdra Mobile, hanno condotto ad una verosimile ricostruzione della dinamica dei fatti ed all’adozione dei provvedimenti di polizia giudiziaria.

Le perquisizioni hanno anche consentito di rinvenire, occultati in “nicchie” scavate nell’intercapedine del sotterraneo, 7 pistole, munizionamento vario, coltelli e più di 600 grammi di sostanza stupefacente tra cocaina ed eroina. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *