RUBANO CAVI DALLA STAZIONE FERROVIARIA, ARRESTATI DUE TARANTINI

Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Massafra
hanno arrestato in flagranza di reato, per furto aggravato in concorso PULPITO Tommaso 35enne e PASSIATORE Giuseppe 42enne, di Taranto, gravati da precedenti specifici di polizia.
Nella notte, gli operanti, in perlustrazione nelle zone interne e più isolate del comune di Massafra, tra cui via Chiatona, avendo incrociato un’autovettura, visibilmente sbilanciata per un carico molto pesante presente nel bagagliaio, decidevano di controllarla ed effettuare gli opportuni controlli.
Venivano dapprima identificati i due occupanti, PULPITO Tommaso e PASSIATORE Giuseppe, entrambi con precedenti di polizia ed, effettivamente all’interno del bagagliaio venivano rinvenute diverse matasse di fili in rame, chiaramente di provenienza illecita, ed arnesi atti al taglio; materiale che i due soggetti non riuscivano a giustificarne il possesso.
Le opportune ricerche permettevano di accertare che quanto rinvenuto era stato rubato dai medesimi poco prima presso un magazzino della stazione ferroviaria di Castellaneta Marina.
In effetti, i due tarantini approfittando dell’ora tarda e dell’assenza di personale, dopo aver forzato la serratura della porta d’ingresso del suddetto magazzino, dove era presente altro materiale per i lavori di manutenzione alla rete ferroviaria interna, per mezzo di seghetti e tronchesi s’impossessavano di diversi metri di cavi elettrici, per un totale di circa un quintale, per essere poi rivenduto nel mercato nero.
Acquisita la denuncia di furto da parte dei responsabili della società delle ferrovie dello stato, ed accertate, dunque, le responsabilità, quali autori in concorso del suddetto furto, i due tarantini venivano tratti in arresto e così come disposto dal P.M. di turno presso la Procura della Repubblica del capoluogo jonico, sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni a disposizione di quella Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *