Home Cronaca RUBANO UN AUTO: INTERCETTATI DALLA POLIZIA, DUE ARRESTI ED UNA DENUNCIA

RUBANO UN AUTO: INTERCETTATI DALLA POLIZIA, DUE ARRESTI ED UNA DENUNCIA

RUBANO UN AUTO: INTERCETTATI DALLA POLIZIA, DUE ARRESTI ED UNA DENUNCIA
0

Gli agenti della Squadra Volante e della Squadra di P.G. della Polizia Stradale di Taranto, hanno eseguito un ordinanza di custodia cautelare in carcere, nei confronti di Vincenzo Martinelli, accusato di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.
Poco dopo la mezzanotte del 25 marzo scorso, nel centro cittadino, in via Venezia Giulia, un equipaggio di Polizia in abiti civili ha notato una Fiat Panda di colore grigio ferma con motore e fari accesi, con alla guida un giovane, ed in prossimità della stessa, altre due persone identificate poi in Vincenzo Martinelli e Mirko Schiavone.
Ai poliziotti è apparso evidente che i tre stessero per effettuare effettuare il furto di un veicolo, tant’è che Martinelli, entrato all’interno dell’abitacolo di una Fiat 500, parcheggiata lì vicino, è riuscito a metterla in moto, affiancandosi alla Fiat Panda, sulla quale nel frattempo era già risalito il suo presunto complice.
Il Martinelli, a bordo della 500 trafugata, vistosi bloccato dall’auto della Polizia l’ha prima speronata e poi inserita la retromarcia, ha investito uno dei due poliziotti, riuscendo così a fuggire.
Dopo circa 100 metri, il fuggitivo a bordo dell’auto rubata è andato a schiantarsi contro un palo dell’illuminazione pubblica,ma è fuggito riuscendo a far perdere le sue tracce. Anche gli altri due complici a bordo della Panda sono riusciti a fuggire, ma dopo circa un’ora sono stati intercettati e fermati da due equipaggi della Volante.
Nel frangente i due occupanti della Fiat Panda sono stati accompagnati negli Uffici della Questura, dove lo SCHIAVONE è stato tratto in arresto ed il giovane che era alla guida denunciato in stato di libertà
Il MARTINELLI, resosi nel frattempo irreperibile, è stato rintracciato la scorsa notte presso il suo domicilio e tratto in arresto. Nell’operazione sono stati recuperati e posti sotto sequestro numerosi arnesi atti allo scasso.