SASSI DA UN CAVALCAVIA SULLA TARANTO-BARI

Torna l’incubo dei sassi lanciati dai cavalcavia, due ragazzi hanno centrato una vettura, senza gravi conseguenze. L’automobilista è riuscito a fermare immediatamente uno dei due, il secondo è stato individuato poco dopo dai Carabinieri. Sono accusati di tentato omicidio
Un 18enne e un 14enne sono stati sorpresi mentre lanciavano sassi da un cavalcavia nel barese. Alle 18:30 di domenica 3 dicembre è arrivata al 112 della Centrale Operativa dei Carabinieri di Gioia del Colle una richiesta di intervento da parte di un automobilista. Guidando sulla statale 100 Taranto-Bari, all’altezza di un centro commerciale, aveva subito il danneggiamento del parabrezza del veicolo a causa di un sasso caduto dall’alto.
Chi sono i responsabili
L’automobilista, che procedeva verso Bari, è riuscita a bloccare un 18enne, preso in consegna dalla pattuglia della Stazione Carabinieri di Casamassima appena giunti sul posto. Il ragazzo è un incensurato del posto, bracciante agricolo. Le immediate indagini, avviate dai militari, hanno consentito di risalire anche al suo complice, un 14enne, che l’automobilista aveva visto allontanarsi. Il giovane è stato rintracciato nella sua abitazione ed accompagnato in caserma insieme ai suoi genitori. Il successivo sopralluogo delle forze dell’ordine ha permesso di rinvenire due pietre sul muretto di cemento che sostiene la rete di protezione del cavalcavia dal quale era stato lanciato il sasso verso i veicoli in transito.
Fonte Sky tg24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *