SFRUTTAMENTO LAVORO: CONTROLLI SERRATI E PRIME SANZIONI

Negli ultimi giorni, i militari del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Ispettorato Lavoro e del personale della Direzione Territoriale del Lavoro di Taranto, hanno effettuato estesi e mirati controlli finalizzati a contrastare il fenomeno dell’intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro.
L’attività è stata articolata mediante un orientato controllo delle attività agricole presenti nell’intera provincia jonica.
In tale quadro, sono stati ispezionati numerosi esercizi pubblici, per lo più bar, pizzerie, rosticcerie, alimentari, fruttivendoli ed aziende vinicole, 9 delle quali risultate irregolari (4 ubicate in località Chiatona di Palagiano, 1 in Massafra, 1 in Sava, 1 in Torricella e 2 a Maruggio). Sono stati identificati complessivamente 41 lavoratori, dei quali 2 risultati irregolari.
9 le violazioni amministrative accertate, per un importo complessivo di oltre 17.000,00 euro, di cui: 3 per omessa comunicazione preventiva circa l’instaurazione di rapporto di lavoro, elevando sanzioni amministrative per un importo complessivo pari a € 9.000,00; 2 per omessa consegna ai lavoratori della lettera di assunzione, elevando sanzioni amministrative per un importo complessivo pari a € 1.000,00; 2 per omessa applicazione procedura HCCP predisposta nel piano autocontrollo, elevando sanzioni amministrative per un importo complessivo pari a € 4.000,00; 1 per vendita di prodotti alimentari privi di indicazione ed etichettatura, con sanzione amministrativa per un importo pari a € 1.032,00; 1 per omesso intervento di carattere strutturale finalizzato alla sussistenza dei requisiti minimi essenziali, con sanzione amministrativa per un importo pari a € 2.000,00.
Sono in corso da parte del personale del N.I.L., ulteriori accertamenti volti ad accertare la situazione previdenziale da parte di alcune attività controllate.
Analoghi servizi proseguiranno nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *