SI RINNOVA L’APPUNTAMENTO A TARANTO CON LA “SPARTAN RACE”

Accadrà due volte la settimana fino a giugno: il Centro Polivalente “Giovanni Paolo II”, in via Lisippo al Quartiere Tamburi, si trasformerà magicamente in una palestra perfettamente attrezzata con tanti anziani in tuta, tutti felici di essere protagonisti attivi della loro vita.
È il progetto “Gynnastica dolce memory training” realizzato dall’Associazione di volontariato Auser Tamburi, capofila, in rete con la Caritas Diocesana di Taranto e l’associazione “Il Giardino delle idee”, nonché sostenuto dal Centro Servizi Volontariato Taranto nell’ambito dell’Invito 2016 “Proposte in collaborazione con il CSV”.
Il progetto e’ stato presentato, in occasione dell’inizio delle attività, oggi pomeriggio (8 novembre) presso il Centro Polivalente “Giovanni Paolo II”, in via Lisippo al Quartiere Tamburi; alla presenza di Mimma Peluso, presidente dell’Auser Tamburi, Francesco Riondino, presidente del CSV Taranto, Don Nino Borsci, direttore della Caritas Diocesana di Taranto, e Damiano Spina, presidente l’associazione “Il Giardino delle idee”.

Il progetto “Gynnastica dolce memory training” prevede il coinvolgimento degli anziani “over 60” del quartiere Tamburi, massimo venticinque persone, in un percorso che, attraverso un metodo innovativo con esercizi motori combinati a stimoli cognitivi, allena sia il corpo che la mente.
Il corso, completamente gratuito, avrà una durata di otto mesi e prevede due incontri settimanali di un’ora ciascuno, il martedì e il giovedì, nella sede dell’Auser Tamburi, presso il Centro Polivalente “Giovanni Paolo II”; nell’ambito del corso sono previsti diversi incontri con la psicologa Stefania Ortone e vari seminari con dottori specializzati.

Annunciando l’iniziativa Mimma Peluso, presidente dell’Auser Tamburi, ha spiegato che «lo scopo del progetto “Gynnastica dolce memory training” è la prevenzione del decadimento psico-fisico degli anziani attraverso un metodo innovativo che consiste nel proporre esercizi motori combinati a stimoli cognitivi che, oltre ad allenare il corpo, stimolano anche il cervello; gli esercizi previsti, in particolare, sono di ginnastica dolce di tipo aerobico di moderata intensità e prevedono strategie che stimolano l’attenzione e la memoria degli anziani associando movimenti e visualizzandoli abbinati a colori, musica e profumi».

«Per l’Auser, associazione di volontariato da sempre attiva nella promozione dell’invecchiamento attivo – ha poi detto Mimma Peluso – è particolarmente importante contrastare il progressivo decadimento funzionale dell’anziano, visto dai più come ineluttabile, ma che invece può essere contrastato efficacemente con pochi accorgimenti e, soprattutto, coinvolgendo l’anziano in attività che lo vedono protagonista».
«Il progetto “Gynnastica dolce memory training” – ha concluso Mimma Peluso – rientra tra le numerose attività di promozione-protezione dell’Auser tese non solo a sostenere le persone anziane fragili, ma anche a realizzare percorsi partecipativi di prevenzione sociale e di costruzione culturale di un’altra idea di vecchiaia».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *