I SINDACI IONICI CHIEDONO INCONTRO AL MINISTRO GRILLO SULLA SANITÀ LOCALE

Da sabato a Taranto non avviene la raccolta dei rifiuti. In tutti i rioni (in alcuni di più in altri di meno) i cassonetti sono straripanti, colmi di sacchetti dell’immondizia e rifiuti di ogni genere, inoltre a causa delle prime temperature più elevate, in molti avvertono anche cattivi odori. Tantissime sono state le segnalazioni da parte dei cittadini, che preoccupati si interrogano su ciò che accade.
Da questa sera il servizio dell’azienda di igiene urbana tarantina dovrebbe riprendere. Stando a quanto si è appreso c’è stata una precisa disposizione dell’amministrazione comunale che avrebbe stabilito di fermare per la giornata di domenica le operazioni di raccolta, questo probabilmente a causa delle difficoltà in cui si dibatte l’azienda municipalizzata. Da fonti vicine all’amministrazione si apprende che quello di ieri (senza la raccolta dei rifiuti) sia stato solo un episodio sperimentale, pare che il Comune stia valutando di stabilire il “fermo” degli straordinari festivi per evitare di appesantire le casse della Municipalizzata.
“L’80% del personale dell’Amiu si assenta nelle giornate festive per malattia – è quanto ha dichiarato sull’argomento il sindaco Stefano – questo comporta un aumento esagerato della spesa che poi si ripercuote sulle tasse dei cittadini, abbiamo disposto il fermo della raccolta per questo, non è un’ordinanza ma una disposizione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *