Home Cronaca SORPRESO CON LA DROGA ED UN FUCILE (FOTO)

SORPRESO CON LA DROGA ED UN FUCILE (FOTO)

SORPRESO CON LA DROGA ED UN FUCILE (FOTO)
0

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Manduria, durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in genere nonché al controllo dei soggetti di interesse operativo e sottoposti a misure alternative alla detenzione hanno arrestato, in flagranza di reato, un 34enne di Manduria ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana, detenzione illegale ed alterazione di arma comune da sparo.

Ieri pomeriggio, una pattuglia dell’Aliquota Operativa, avendo fondato motivo di ritenere che il predetto avesse messo in piedi un’attività di spaccio, predisponeva ed eseguiva un servizio di osservazione e controllo nei pressi dell’abitazione del 34enne, luogo dove, presumibilmente, esercitava l’attività illecita.

I militari, unitamente ad un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile, decidevano di intervenire per eseguire un controllo accurato nell’abitazione. La perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire, abilmente occultati all’interno di alcuni cassetti della cucina, 35,00 gr. di marijuana e 4 gr. di hashish.

Nel corso dell’attività di ricerca, estesa agli altri locali dell’immobile, i militari rinvenivano, occultato all’interno di un mobile posizionato nel garage attiguo all’abitazione, un fucile calibro 12, con canne e calciolo tagliati, avente matricola abrasa, completo di 25 cartucce del medesimo calibro. Interpellato in merito, il 31enne non ha fornito alcuna giustificazione in relazione al possesso di quanto rinvenuto e sequestrato dai Carabinieri. Condotto in caserma ed espletate le formalità di rito, il 34enne veniva arrestato e, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica del capoluogo jonico, dott.ssa Antonella DE LUCA, associato presso la Casa Circondariale di Taranto.

Lo stupefacente sequestrato sarà sottoposto ad analisi chimiche-gascromatografiche, per la determinazione del principio attivo, a cura del laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale dei Carabinieri, mentre sono in corso accertamenti finalizzati ad acclarare la provenienza dell’arma e l’eventuale suo impiego in atti criminosi.