Home Altro SPIAGGE LIBERE E AREE MERCATALI: CONFRONTO TRA SINDACI A PALAGIANO

SPIAGGE LIBERE E AREE MERCATALI: CONFRONTO TRA SINDACI A PALAGIANO

SPIAGGE LIBERE E AREE MERCATALI: CONFRONTO TRA SINDACI A PALAGIANO
0

Gestione mercati settimanali e gestione spiagge libere: sono stati questi i due temi affrontati ieri pomeriggio 26 maggio presso il Municipio di Palagiano in una riunione a cui hanno preso parte i Sindaci e Assessori di Palagiano, Laterza, Palagianello, Ginosa, Massafra, Castellaneta e Mottola.

Per quanto riguarda i mercati settimanali è stata ribadita la necessità di collocare i mercati in spazi nuovi, che permettano il rispetto del distanziamento tra persone e fra le bancarelle.

Pertanto, si procederà alla collocazione dell’area mercatale nelle zone già individuate dai vari Comuni.

Per altri Enti, laddove gli spazi siano più limitati, si è valutata anche la soluzione del doppio turno settimanale, al fine di garantire a tutti gli ambulanti la giusta collocazione e il rispetto delle distanze necessarie a salvaguardare la salute di tutti.

Sull’argomento spiagge libere è stata invece valutata la proposta, già inviata alla Prefettura, di inserire dei presidi per l’informazione e il ristoro attraverso la collaborazione con le associazioni del terzo settore e privati. I cittadini avranno le informazioni necessarie per sapere quali spiagge sono meno affollate. Controllo, sicurezza e pulizia. In tal modo, si garantirebbe un controllo costante della spiaggia, permettendo l’accessibilità a tutti, ma in maniera controllata e contingentata.

“Le nostre spiagge, vista l’estensione e la larghezza, offrono notevoli garanzie dal punto di vista della sicurezza per tutti i cittadini e gli operatori di settore – hanno dichiarato i Sindaci – per questo motivo siamo a lavoro su delle soluzioni uniche e condivise per il nostro territorio. L’obiettivo per i prossimi mesi è di tutelare la salute di tutti e permettere di godere dei nostri splendidi litorali all’insegna della sicurezza. Offrendo delle soluzioni in tal senso, le spiagge diverranno attrattore per molte altre persone dalle province vicine e da fuori regione. Puntiamo tutto sul turismo sicuro e sulla salvaguardia della salute pubblica”.