NUOVO SPONSOR SULLE MAGLIE DEL SETTORE GIOVANILE ROSSOBLU (FOTO)

Conferenza stampa di presentazione del nuovo sponsor del Settore Giovanile del Taranto FC, si tratta di un’azienda locale gia’ vicina ai colori rossoblu. ovvero Pascar Group.
Durante l’incontro con la stampa sono intervenuti: il Direttore Generale Avv. Gino Montella, il Responsabile del Settore Giovanile Antonio Borsci, e Carmine Passarelli, Retail Manager di Pascar Group.

Carmine Passarelli, Reital Manager della Pascar: “Ringrazio per la gran bella accoglienza avuta. Abbiamo deciso di investire alcuni nostri guadagni in questa società chiedendo di seguire al meglio i ragazzi. I completi? Cambierà lo sponsor tecnico (per il settore giovanile): sarà la Mizuno. La società mi ha abbracciato e speriamo di fare tante nuove promozioni come una linea di cappellini e zainetti. Far diventare la squadra della città affascinante”.

Si chiude con il direttore generale Gino Montella: “Avere delle collaborazioni importanti è piacevole: abbiamo rapporti con la Fiorentina, l’Atalanta e squadre straniere. Il comune ci sta vicino e sta cercando di accontentare le nostre richieste. Al momento stiamo pensando agli spogliatoi che saranno sistemati con degli armadietti e poi a dicembre avremo il nuovo tabellone luminoso (5*9 metri). Lo facciamo anche in chiave Giochi del Mediterraneo del 2020. Ringrazio la Pascar: ci stiamo abbracciando sempre di più. Ringrazio anche la classe imprenditoriale di Taranto che si sta avvicinando anche grazie ai risultati. Stare tutti uniti fa bene e i risultati ci aiutano. Speriamo di continuare a vivere, il più a lungo possibile questo momento. Spettatori? Penso che domenica saranno tra i quattromila e i cinquemila. Ancora, una parte di Taranto è scettica nei confronti della società: abbiamo una formazione di guerrieri; un gruppo che sembra che sta insieme da anni ed anni. Merita l’interesse della città. Siamo in linea con progetti: oggi è facile perdere la testa perchè primi in classifica ma non abbiamo fatto niente. Il Presidente fa sentire vicinanza alla squadra. E’ parte integrante del gruppo. Chi ha sposato il progetto lo ha fatto per competere a traguardo ambizioso. Costruita una squadra che può competere fino alla fine. Sappiamo che la strada è lunga e complicata ma crediamo nelle nostre potenzialità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *