INCIDENTE: SEI FERITI, QUATTRO AUTO COINVOLTE (FOTO)

  • di

Nel pomeriggio la riunione operativa del Contratto Istituzionale di Sviluppo per Taranto, subito dopo la conferenza stampa del Sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri Claudio De Vincenti e del Coordinatore dei ministeri competenti Giampiero Marchesi. Contratto istituzionale di sviluppo (Cis) per l’area di Taranto, che ha previsto finora una dotazione finanziaria di circa 850 milioni di euro. Si è parlato della realizzazione del collegamento ferroviario del porto con la rete nazionale, un opera da 30 milioni, finalmente sarà realizzata.
“Abbiamo sbloccato – ha detto De Vincenti – la progettazione dell’ospedale San Cataldo. Riunione molto riuscita secondo il ministro, quella tenutasi nel pomeriggio in Prefettura.
In merito alla trasformazione in museo dell’Aresenale e della stazione torpediniere bisognera’ trocare l’accordo con il Ministero e poi si potrà procedere. Attenzione puntata anche sul Molo polisettoriale il cui progetto e’in conclusione. Sono
due invece quello conclusi relativi alle bonifiche nelle scuole Deledda e Vico al rione Tamburi.
Decisa l’accelerazione dei progetti in
Citta vecchia, ci sono numeri molto confortanti, il 75% dei componenti è internazionale, sono giunti
46 progetti 20 selezionati.
img-20161024-wa0013
Si vuole realizzare una mostra di tutte le idee presentate
I tre vincitori saranno premiati a Taranto. Intanto annunciata la data, il
16 novembre, in cui dovrà insediarsi la commissione sulla decarbonizzazione dell’Ilva, il Governo – ha spiegato De Vincenti – sta lavorando da molto prima che il presidente Emiliano ne parlasse.
Per decidere la cessione del siderurgico, il primo passo e’ il piano industriale di chi si candida ad acquisire ilva.
Dovremo -ha aggiunto il Sottosegretario – vedere esaminare e decidere
in queste settimane, forse ci sono altre tecnologie, meglio il parere di esperti e non di politici.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *