Home Taranto calcio TARANTO, DE GIORGI: ‘SOSTENETECI CON AFFETTO’

TARANTO, DE GIORGI: ‘SOSTENETECI CON AFFETTO’

TARANTO, DE GIORGI: ‘SOSTENETECI CON AFFETTO’
0

Ospite della puntata di 100 sport Magazine, Francesco De Giorgi racconta la gara con l’Isola Liri e lancia un messaggio alla tifoseria.

“Devo sciogliermi per poter dare il meglio in questa fase finale del campionato. Il tridente spuntato? In campo scendiamo in 11 e quindi non il tridente non c’entra nulla. L’attaccante se sbaglia magari viene massacrato, ma non dobbiamo puntare il dito contro nessuno. Dobbiamo giocare tutti meglio, al di là del modulo tattico, le responsabilità sono di tutti. Bisogna lottare, dall’inizio alla fine. Sulla gara contro l’Isola Liri: siamo partiti bene, concentrati, cercavamo di accelerare nella ripresa del gioco su calcio da fermo. Era un campo difficile, impossibile da giocare palla a terra e dovevamo sfruttare le dormite della squadra avversaria. Il calo del secondo tempo? Dopo un primo tempo alla grande, è uscita la squadra avversaria che gioca in casa. Non è stato un problema fisico, però con un terreno di gioco normale potevamo sicuramente far meglio e non finiva così, visti i giocatori che abbiamo che sono di qualità. Tutti abbiamo fatto fatica per via del terreno di gioco, dal più piccolo al più grande. La mancanza di comunione d’intenti? Manca, è normale. Contro il Picerno, il Bisceglie, ricevere fischi, meritati sia chiaro, ma averli sin dall’inizio non fa bene. In rosa abbiamo tantissimi under, quasi la metà, e il colpo l’accusa psicologicamente. Modulo difensivo? Preferisco la corsa e quindi la difesa a 4, ora gioco a 3 ma sono assolutamente a disposizione del mister e quindi mi adatto a giocare in questo tipo di situazione. La fortuna? Il Taranto ha sempre fatto alte categorie, noi dobbiamo dare il 102% per poter arrivare a vincere anche fuori casa. Impauriti nella ripresa? No. Sul secondo tempo quando Siclari ha subito fallo tutti noi ci siamo concentrati a protestare senza aver paura di fare la cosiddetta ‘rissa’ in campo. Appena arrivato mister Cazzarò ci ha detto di non guardare la classifica. Dobbiamo lavorare tutta la settimana tranquilli, concentrati al massimo partita per partita. Il presidente dice: il secondo posto, per adesso. Però non possiamo recuperare domani la Virtus Francavilla. Noi, come squadra ci crediamo. Ho un desiderio: voglio vedere lo Iacovone pieno. Noi giocatori cercheremo di far ritornare l’entusiasmo per poter far tornare i nostri tifosi sugli spalti”.