TARANTO, TUTTO PRONTO PER LA FESTA DEI CARABINIERI, 204 ANNI AL SERVIZIO DEGLI ITALIANI

I militari dell’Aliquota Operativa del N.O.R. della Compagnia Carabinieri di Castellaneta, nel week-end appena trascorso, hanno effettuato un servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei reati in materia di stupefacenti, con particolare attenzione sui luoghi della locale movida.
Nell’ambito di tale attività, militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto tre giovanissimi, sorpresi in diverse circostanze, in possesso di sostanze stupefacenti del tipo hashish, cocaina e droghe sintetiche.
Infatti nel corso di un servizio di osservazione, nei pressi di un locale da ballo di Castellaneta, i militari notavano degli strani movimenti da parte di due giovani, risultati poi essere un 20enne di Ginosa ed un 19enne di Laterza, entrambi incensurati. Questi, all’esito della perquisizione personale venivano trovati rispettivamente in possesso di 14 involucri di “ketamina”, 23 di cocaina e la somma di euro 335,00 il primo e 11 dosi di cocaina e 12 della droga sintetica oltre alla somma contante di euro 135,00 il secondo. Complessivamente venivano sequestrati ai due ragazzi gr. 10 di cocaina e 23 di ketamina nonché la somma di euro 450,00 in banconote di vario taglio trovata nella disponibilità dei due ragazzi e ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio sino a quel momento posta in essere.
Nell’ambito del medesimo servizio, ma in circostanze diverse, i Carabinieri arrestavano un giovane 20enne barese, anche lui incensurato, in quanto trovato in possesso di 10 involucri di ketamina e 19 involucri di MD.
Per tutti e tre scattavano le manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Tutti, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Taranto, dott. Mariano BUCCOLIERO, all’esito delle formalità di rito, venivano tradotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari.
Lo stupefacente sequestrato verrà analizzato nei prossimi giorni dal Laboratorio Analisi del Comando Provinciale di Taranto al fine di stabilirne quantitativo netto e principio attivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *