TARANTO, SOLO UN PUNTO NEL RECUPERO

I Carabinieri della Stazione di Lizzano hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Taranto, un 43enne, pregiudicato del posto, per il reato di furto aggravato.
I militari, a seguito di segnalazione pervenuta sul numero di emergenza 112 della Compagnia di Manduria, intervenivano presso l’abitazione dell’uomo, ubicata nel centro di Lizzano, in quanto si era sviluppato un incendio. Sul posto interveniva anche una squadra dei Vigili del Fuoco di Manduria i quali, dopo aver provveduto a spegnere le fiamme, che avevano provocato non solo la distruzione del mobilio ma ha anche gravi danni strutturali all’appartamento, lo dichiaravano inagibile.
Nel corso del successivo sopralluogo effettuato dai Carabinieri con l’ausilio di personale Enel e degli stessi Vigili del Fuoco, veniva accertato che l’arcano incendio, si era sviluppato a causa di un corto circuito provocato dall’allaccio abusivo alla rete elettrica che il proprietario dell’appartamento aveva effettuato. Tale imperizia causava il surriscaldamento del contatore Enel presente nell’abitazione creando un cortocircuito. All’esito dell’attività il 43enne veniva denunciato in stato di libertà all’A.G. tarantina; dovrà rispondere del reato di furto aggravato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *