TARANTO VINCE UN BANDO NAZIONALE, ECCO QUALE

Taranto è tra le 31 città destinatarie dei fondi previsti dal bando “Italia City Branding”. La notizia è stata diffusa durante una videoconferenza cui ha partecipato il sindaco Rinaldo Melucci insieme a tutti gli amministratori locali delle città che si sono candidate al bando, in totale 60 città da 17 regioni.
L’incontro è stato aperto dal sottosegretario Mario Turco, che ha illustrato i dettagli della misura che, di fatto, consente al Governo di finanziare rapidamente progetti immediatamente cantierabili.
Con circa un milione di euro, la Presidenza del Consiglio dei Ministri attraverso la struttura di missione InvestItalia, finanzierà tutto il percorso progettuale del Parco del Mediterraneo alla Salinella, un piano organico di investimento che prevede la mitigazione del rischio idraulico del quartiere e la realizzazione del “Parco della Salina Piccola” e del “Parco urbano sportivo dei XX Giochi del Mediterraneo”.
Grazie a queste risorse, sarà possibile realizzare le opere in sintonia temporale con l’avvio dei Giochi del Mediterraneo. Complessivamente si tratta di interventi che prevedono investimenti per oltre 16 milioni di euro, 4 dei quali già stanziati nel Decreto Rilancio per il primo stralcio della mitigazione del rischio idraulico.
«Rinnoviamo l’apprezzamento per come si sta muovendo la Presidenza del Consiglio – il commento del sindaco –, in particolare per l’approccio concreto e asciutto del sottosegretario Turco, che abbiamo avuto modo di apprezzare all’interno del CIS. Sono giorni complicati e sapere che, avendo sempre chiara la sfida del Next Generation EU, ci sono esponenti del Governo che al riparo dalle etichette di partito si muovono nell’ottica della transizione giusta, dell’agenda urbana, come sindaci ci conforta».
«Abbiamo lavorato con i nostri uffici – le parole dell’assessore all’Urbanistica Ubaldo Occhinegro – e con il prezioso supporto di Asset, per proporre un progetto integrato, di grande impatto sociale ed economico, di rigenerazione urbana che rilancerà il quartiere come un grande parco dello sport. Il progetto, infatti, risulta necessario alla trasformazione dell’area nell’ottica dei Giochi del Mediterraneo 2026 e, contestualmente, innalzerà la qualità della vita nelle aree della Salinella, risolvendo finalmente il rischio idraulico oggi presente e creando un enorme parco naturale attrezzato nell’area della Salina Piccola».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *