Home Cronaca TENTA FURTO IN ABITAZIONE MA PERDE LA CARTA D’IDENTITÀ

TENTA FURTO IN ABITAZIONE MA PERDE LA CARTA D’IDENTITÀ

TENTA FURTO IN ABITAZIONE MA PERDE LA CARTA D’IDENTITÀ
0

Gli agenti delle Volanti sono intervenuti nella zona di Lama dove era stato segnalato il furto in una villa.
I poliziotti giunti a pochi metri dal luogo hanno subito notato e riconosciuto un uomo di 47 anni, sorvegliato speciale, con per numerosi precedenti penali a suo carico, che camminava a passo svelto.
Quest’ultimo, vista l’auto della Polizia ha cercato la fuga in sella ad un ciclomotore (Piaggio Liberty) privo di targa.
I poliziottii hanno anche notato, nel punto in cui era parcheggiato il ciclomotore, due quadri adagiati sul muro di cinta di una villa, ed hanno avuto così il fondato sospetto che l’uomo riconosciuto potesse essere l’autore del furto segnalato.
L’uomo, inseguito dalla Volante, è riuscito a dileguarsi a piedi in una strada sterrata nei pressi della scogliera, dopo aver abbandonato il suo ciclomotore.
Recuperato il mezzo e all’interno del vano portaoggetti hanno ritrovato anche due grossi cacciaviti ed un seghetto per il taglio dei metalli.
Ritornati sul luogo del furto, gli agenti hanno incontrato la proprietaria della villa che ha dichiarato di aver allertato il 113 dopo aver sentito dei rumori sospetti nell’appartamento attiguo al suo, al momento disabitato.
Nel cortile della villetta i poliziotti hanno trovato oltre a qualche oggetto che il ladro stava cercando di portar via, la sua carta dì identità e la sua carta precettiva.
Dopo gli inequivocabili elementi raccolti, gli uomini della Volante hanno rintracciato il sospettato presso il suo domicilio.
Il 47enne tarantino era ancora dolorante ad una gamba ed aveva escoriazioni probabilmente a causa di una caduta dal ciclomotore , avvenuta durante la fuga. Non è riuscito a presentare nessun documento identificativo, perché smarrito durante il tentativo di furto,
pertanto l’uomo è stato denunciato in stato di libertà per tentato furto, resistenza a Pubblico Ufficiale, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e violazione delle prescrizioni imposte dalla Sorveglianza Speciale.