Home Cronaca ECCO IL TORNEO DELLA DISPUTA: COMPETIZIONE TRA150 STUDENTI DI 6 SCUOLE

ECCO IL TORNEO DELLA DISPUTA: COMPETIZIONE TRA150 STUDENTI DI 6 SCUOLE

ECCO IL TORNEO DELLA DISPUTA: COMPETIZIONE TRA150 STUDENTI DI 6 SCUOLE
0

Presentato il Torneo della disputa: dire e contraddire.
Otto squadre, 150 studenti di cinque istituti superiori di Taranto, Archita, Pitagora, Vittorino Da Feltre, Battaglini, Moschetti e Einaudi di Manduria si contenderanno il torneo di disputa ideato e realizzato dall’Ordine degli Avvocati di Taranto nell’ambito dei progetti di alternanza scuola lavoro ed educazione al civismo del Consiglio Nazionale Forense. La preparazione con gli avvocati-tutor è già iniziata. In primavera il torneo si terrà a Taranto con quarti di finale, semifinale e finalissima. Ogni manche sarà una disputa di tipo aristotelico attraverso un discorso efficace modulato a ritmo di ethos, logos e pathos. Argomentazioni e contro-argomentazioni dovranno convincere una giuria tecnica che stabilirà i vincitori delle singole sfide e poi i vincitori del torneo. Tre le frasi celebri su cui argomentare, scelte dagli stessi studenti e poi sorteggiate ieri alla presentazione del torneo davanti al dirigente dell’ufficio scolastico tarantino Antonio D’Ittollo e al vice presidente del Consiglio nazionale forense Francesco Logrieco: sono di Stephen Hawking, Jean Jacques Rousseau e Buddha. Ogni squadra ha scelto inoltre un nome, un motto e un logo. I Pitagorici sfideranno The originals, Nec plus ultra affronteranno gli Eristi, Einaudi’s team affrontterà Bardi’s team mentre i Gladiatori della parola si confronteranno con Gnoti seauton.
«Siamo stati i pionieri in questi progetti di alternanza scuola-lavoro – commenta il presidente dell’Ordine Avvocati di Taranto Vincenzo Di Maggio – è dovere degli ordini professionali trasmettere il sapere ai giovani. Il nostro è quello di declinare la legalità anche attraverso il confronto, il saper pianificare un discorso in modo efficace al contrario di come si fa nei talk show televisivi e sui social, dove vince chi urla di più».
Il torneo, coordinato dall’avvocato Angela Mazzia, fa parte dei progetti di alternanza scuola lavoro del Consiglio Nazionale forense in media partnership con Rai Cultura. (http://raiscuola.rai.it/articoli/alternanza-scuola-lavoro-i-progetti-del-consiglio-nazionale-forense-il-torneo-della-disputa/42981/default.aspx). Gli altri tutor che guideranno gli studenti nell’acquisizione di conoscenze e tecniche argomentative e persuasive sono il presidente Di Maggio e gli avvocati Mariarita Valente, Valentina Sampietro e Fabrizio Capalbo.
Per il dirigente scolastico regionale Anna Cammalleri, «il torneo ha tutte le carte in regola per superare presto i confini della provincia ionica e diventare regionale».

Privacy Preference Center

      Necessary

      Advertising

      Analytics

      Other