TRAGEDIA FAMILIARE A SAVA

Tragedia familiare a Sava, tre i morti. Alla base di tutto una lite in famiglia. Stando a una prima ricostruzione, nella centralissima Via Giulio Cesare un Carabiniere, Raffaele Pesare, avrebbe sparato e ucciso il padre Damiano la sorella Nella di 50 anni e il marito della stessa Salvatore Bisci un agricoltore. Il gravissimo episodio si e’ verificato poco dopo le 12.30. L’appuntato di 53 anni in servizio presso la Compagnia di Manduria, ha prima informato dell’accaduto i suoi colleghi Carabinieri e poi ha tentato il suicidio utilizzando la stessa arma procurandosi gravi ferite ma non sarebbe in pericolo di vita, dopo un primo ricovero al Giannuzzi di Manduria e’ stato poi trasferito al Perrino di Brindisi. Il proiettile è uscito dall’orbita oculare senza attaversare parti vitali della testa. A Sava si sono subito recati il Procuratore aggiunto Maurizio Carbone, il PM di turno Mariagrazia Nastasia ed il medico legale, in breve tempo e’ giunto sul posto anche il Sindaco di Sava Dario Iaia. Un evento drammatico che ha sconvolto l’intera comunita’ savese. Un triplice omicidio che sarebbe giunto al culmine di incomprensioni in famiglia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *