TRE ARRESTI DURANTE I CONTROLLI DELLA MOVIDA

Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Castellaneta nei pressi di luoghi di ritrovo di giovani.
Nella decorsa notte è stato svolto un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato al contrasto della criminalità in genere ed in particolare alla lotta del fenomeno del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti che ha visto impegnati 10 militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni Carabinieri di Castellaneta e Palagianello.
Il personale, dislocato all’esterno di una discoteca della litoranea, ha avuto modo di notare l’arrivo di alcuni giovani sospetti che venivano immediatamente attenzionati dai Carabinieri in borghese, che nel frattempo si confondevano tra la folla. I militari, incuriositi dall’atteggiamento di un ragazzo e di una ragazza, decidevano di seguirli nei loro spostamenti all’interno del locale. In tale modo, notavano che i predetti, con compiti differenti, si davano da fare nel cedere stupefacente agli avventori del locale. In particolare, l’uomo si occupava di procacciare i clienti mentre la donna deteneva la sostanza stupefacente ed il denaro provento dello spaccio. I due, RUBINO Antonio, 19enne censurato e una 28enne incensurata, entrambi della provincia di Bari, sono stati subito bloccati dai militari della Stazione temporanea di Castellaneta Marina e sottoposti a perquisizione personale. Nel corso delle operazioni, gli operanti rinvenivano, occultati all’interno di una borsa detenuta dalla ragazza nr. 59 dosi di sostanza stupefacente del tipo ketamina e 0,7 grammi di hashish, nonché 55,00 euro in banconote di vario taglio. I due, tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente, su disposizione dell’’Autorità Giudiziaria, venivano sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni di residenza.
L’attività di controllo proseguiva e permetteva ai militari dell’Aliquota Operativa di individuare e controllare un uomo trovato in possesso di 18 dosi di stupefacente MDMA, del peso complessivo di 9 gr. e di 105,00 euro in banconote di vario taglio. Il predetto, identificato in BARNABÀ Luciano, pregiudicato 30enne di Bari, veniva dichiarato in stato d’arresto e, su disposizione dell’A.G., tradotto presso la Casa Circondariale di Taranto.
Nell’ambito del medesimo servizio antidroga i militari di Castellaneta Marina deferivano in stato di libertà un 18enne di Altamura (BA), perché trovato in possesso di grammi 0,150 di ketamina.
Nel corso delle attività venivano, altresì, segnalati come assuntori agli Uffici Territoriali del Governo di Bari, Lecce, Taranto, Brindisi, Matera e Potenza nr. 16 giovani trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti. La droga sequestrata, nei prossimi giorni, verrà analizzata dal Laboratorio Analisi del Comando Provinciale di Taranto al fine di stabilirne quantitativo netto e principio attivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *