TRE INIZIATIVE NEL POMERIGGIO DI OGGI CON IL SINDACO MELUCCI, KYMA AMBIENTE, GLI ALUNNI DELLE SCUOLE DEI TAMBURI E RETE A RACCOLTA

Intenso pomeriggio di iniziative, nel giorno della festa del Santo Patrono di Taranto San Cataldo, per il sindaco Rinaldo Melucci, che prima ha partecipato alla piantumazione di un albero con gli alunni delle scuole Deledda e Vico del rione Tamburi, e poi, sempre nel perimetro dell’area dell’impianto di selezione dei rifiuti Pasquinelli, ha avviato il nuovo sistema fotovoltaico da 20 Kilowatt, che alimenterà la struttura consentendo all’azienda un notevole risparmio sul consumo di energia.
Entrambe le iniziative erano state rinviate per maltempo in occasione della Giornata Mondiale della Terra (lo scorso 22 aprile).
Erano presenti il presidente di Kyma Ambiente Giampiero Mancarelli, l’assessore all’Ambiente e alle Partecipate Paolo Castronovi, i dirigenti dell’azienda, gli operatori, e gli alunni delle scuole Deledda e Vico.
Subito dopo, a Palazzo di Città, il sindaco Melucci e il presidente Mancarelli hanno consegnato un premio al piccolo Mimmetto, volontario dell’associazione Isola Pulita, che ogni settimana si impegna a ripulire i vicoli della Città Vecchia. Un gesto di ringraziamento per tutto ciò che Mimmetto e gli altri volontari di Rete a Raccolta fanno per il centro storico e per l’intero territorio.
«Ho raccontato ai bambini delle scuole del rione Tamburi – le parole del sindaco Melucci – che non stiamo semplicemente celebrando la Terra in senso teorico, ma ci stiamo impegnando con le società Partecipate per andare nella direzione dell’economia circolare e della transizione energetica. Siamo orgogliosi di questo impianto fotovoltaico, simbolo della mission che stiamo perseguendo».
«Le priorità tracciate dal sindaco Melucci parlano di transizione ecologica – ha ricordato il presidente Mancarelli – e questa transizione la facciamo con i fatti. È il nostro obiettivo. Con questo impianto fotovoltaico avremo una riduzione del 50% sui costi dell’energia, e passo dopo passo stiamo entrando nel futuro».
«Questo è un primo passo per far diventare questo impianto autonomo dal punto di vista energetico – ha evidenziato l’assessore Castronovi – e sono molto orgoglioso del lavoro che stiamo facendo. Nei prossimi mesi ci saranno grosse novità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *