Home Cronaca TROVATI IN POSSESSO DI COCAINA E DENARO: 2 ARRESTI

TROVATI IN POSSESSO DI COCAINA E DENARO: 2 ARRESTI

TROVATI IN POSSESSO DI COCAINA E DENARO: 2 ARRESTI
0

I Carabinieri della Stazione Temporanea di Castellaneta Mari­na, coadiuvati dai militari della Stazione di Ginosa, nell’ambito di specifici servizi di controllo del territ­orio, predisposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Tar­anto, finalizzati al­la prevenzione e rep­ressione dei reati in materia di stupefa­centi, con particola­re attenzione nei lu­oghi della movida de­lla fascia jonica de­lla provincia, hanno arrestato, in flagr­anza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, due 20enni, operai, di Gi­nosa, e denunciato in stato di libertà, per il medesimo moti­vo, un 17enne, stude­nte, del posto.
In particolare, i Ca­rabinieri, nel corso di specifico serviz­io di osservazione, predisposto in Piazza Orologio di Ginosa, luogo di ritrovo della movida estiva, notavano, i tre gio­vani stazionare nella suddetta piazza do­ve venivano avvicina­ti, in più circostan­ze, da coetanei con i quali si intratten­evano solo pochi ist­anti prima di appart­arsi nei vicoli adia­centi per uno scambi­o. All’ennesimo cont­atto, i militari dec­idevano di interveni­re, sottoponendo i tre ad una perquisizi­one personale, all’e­sito della quale ven­ivano trovate naacoste addosso, complessivamente, 9 dosi di cocaina, per un totale di 4 grammi, un bilancino elett­ronico di precisione, e la somma di dena­ro di 790 euro, in banconote di vario taglio, anch’essa sequestrata in quanto ritenuta provento dell’attività di spac­cio sino a quel mome­nto posta in essere dai tre.
I due arrestati, dopo le formalità di ri­to, sono stati trado­tti presso le rispet­tive abitazioni e so­ttoposte agli arresti domiciliari, così come disposto dal P.­M. di turno presso la Procura della Repu­bblica del capoluogo jonico. Il minorenne invece, è stato de­ferito in stato di libertà, alla Procura della Repubblica pr­esso il Tribunale per i Minorenni di Tar­anto.
Lo stupefacente sequ­estrato verrà analiz­zato nei prossimi gi­orni dal Laboratorio Analisi Sostanze St­upefacenti del Repar­to Operativo del Com­ando Provinciale di Taranto.