UN PEZZO DI STORIA ABBANDONATO NEL DEGRADO (FOTO)

E’ uno dei simboli di Taranto, una delle opere più importanti dal punto di vista architettonico. Piazza Fontana, nel cuore della città vecchia, opera realizzata dallo scultore Nicola Carrino. Un vero e proprio vanto, oggi però abbandonato all’incuria e al degrado. L’inaugurazione risale al 1992. Da allora sono passati 24 anni e la situazione è notevolmente cambiata.
La prima osservazione è proprio sul funzionamento: è una fontana senza acqua. E anche da tanto tempo, perché le vasche sono totalmente asciutte. Tranne da un paio di rubinetti, dai quali esce acqua in maniera incontrollata, ma ovviamente non basta. E’ davvero un peccato vedere un’opera di così alto livello stilistico lasciata a sé stessa.
“E’ stato un lavoro molto importante per me, quindi ebbi modo di vivere con più continuità la mia città d’origine” – così Nicola Carrino in un’intervista al quotidiano La Repubblica rilasciata nel 2014 – “Io sono tarantino e mi piace ricordarlo. La luce, la spiritualità, la visione dell’ordine dorico, un ordine architettonico asciutto: sono tutti aspetti che hanno inciso molto nel mio lavoro”.
E chissà cosa direbbe oggi l’artista vedendo lo stato in cui si trova la sua opera. In questo caso non basta la pulizia della piazza o la potatura del verde pubblico circostante. Occorre riattivare la fontana e dare nuova al luce ad una vera icona della città di Taranto.
Di Fabrizio Cafaro
IMG-20160902-WA0005
IMG-20160902-WA0002

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *