UN TARANTINO LASCIA LA B

Ex Miroglio Castellaneta: l’occupazione sia di qualità. Ma si faccia presto.
Dopo l’incontro in Regione, per il reinsediamento produttivo, si attende l’ok dal Ministero per la nuova proposta. Fumarola: “Cento lavoratori attendono risposte”.

Si lavora senza sosta per risolvere la condizione dei cento lavoratori ex Miroglio, che attendono l’occupazione dello stabilimento di Castellaneta. Dopo la presentazione di un piano industriale presso la Regione Puglia, giovedì scorso, si attende l’ok da parte del Mise. “Il tempo è l’unica cosa che manca” commenta Giordano Fumarola, segretario generale della Filctem Cgil Taranto “ma non per questo chi ha il compito di verificare che ci siano le condizioni per l’insediamento della nuova azienda, deve farsi guidare dalla fretta. I cento lavoratori che ancora attendono di essere occupati, attendono da nove anni. Per noi è più importante, comunque, che si faccia una scelta lungimirante, che favorisca non solo l’occupazione ma la buona occupazione, una scelta che deve tener conto delle ricadute industriali sul territorio, che possa nel tempo generare buona economia. I fattori in campo per noi sono due: tempistica e qualità dell’insediamento. Riponiamo fiducia in chi in questo momento sta seguendo questo delicato passaggio”. Lo stabilimento ex Miroglio, in questo momento nelle disponibilità del Comune di Castellaneta, segue lo stesso percorso di quello di Ginosa, attualmente occupato dall’azienda Logistic & Trade. I due stabilimenti sono stati conquistati dopo anni di lotta e di unità dei lavoratori con il territorio, i cittadini e le Istituzioni. Il percorso della vertenza sembra arrivare ora ad una importante svolta.
Nella foto Giordano Fumarola, segretario generale della Filctem Cgil Taranto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *