UN VERME NEL PIATTO DELLA MENSA SCOLASTICA

Un verme. Forse due.  In un piatto di pasta. E già questo sarebbe grave. Se poi quella pietanza, tortellini nello specifico, viene servita in una mensa scolastica, il fatto diventa allarmante. Tant’è che i genitori sono, giustamente, sul piede di guerra. E’ accaduto a Brindisi, nella scuola elementare Don Milani, nel rione Santa Chiara. Sarebbe stato un bambino ad accorgersene allertando la maestra. La foto del verme che galleggiava nel sugo ha immediatamente fatto il giro della città, attraverso gruppi whatsapp e social network. Inevitabile il panico tra i genitori. La dirigente scolastica Elvira D’Alò ha immediatamente preso in mano la situazione cercando spiegazioni su quanto accaduto. E proprio da questi approfondimenti sarebbe emerso che addirittura i piatti incriminati sarebbero due, serviti, trall’altro in due turni di mensa differenti. Il servizio è in appalto ad una ditta che, però, respinge ogni tipo di responsabilità, tanto che uno dei responsabili avrebbe parlato di una larva che nasce nelle verdure. Qualcun altro ha addirittura ipotizzato, invece, un sabotaggio ai danni della azienda da tempo al centro di un contenzioso col personale dipendente su orario di lavoro e stipendi. Ma sono ipotesi, solo ipotesi. Del fatto si sta interessando anche l’Asl. E solo dagli accertamenti si potrà capire qualcosa sulla provenienza del verme. Per ora resta il fatto. Grave. Perché con l’alimentazione non si scherza e, quando si tratta di bambini, certi episodi diventano davvero intollerabili. Intanto la dirigente della scuola ha fatto sapere che il servizio mensa non sarà sospeso e che per legge è vietato introdurre a scuola alimenti privati. Sulla vicenda si registra l’intervento dei Nas dei Carabinieri i cui rilievi potrebbero fornire i primi risultati gia nei prossimi giorni.
di Fabrizio CAIANIELLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *