VACCINAZIONE COVID: LA ASL RICHIAMA CHI NON HA ANCORA ADERITO

Grazie a un accordo con l’Azienda Sanitaria Locale, gli operatori di Teleperformance e Covisian, appositamente formati, chiameranno tutte le persone che, pur avendo diritto, non hanno ancora aderito alla campagna La Puglia ti vaccina.

Per uscire dall’emergenza pandemica e ritornare alla vita “normale” è necessario che la campagna di vaccinazione anti Covid-19 proceda rapidamente e coinvolga il maggior numero possibile di persone nelle categorie via via individuate nel Piano nazionale. E, se da una parte è necessaria una organizzazione efficiente, dall’altra è indispensabile una grande partecipazione dei cittadini, che possono scegliere liberamente se vaccinarsi.

In questo momento, l’obiettivo della campagna sono, oltre ai soggetti fragili (che faranno il vaccino attraverso i centri specialistici di cura e i medici di medicina generale), le donne e gli uomini di età compresa tra i 60 e i 79 anni. Per loro la Regione Puglia ha già predisposto, sin dalle scorse settimane, un sistema per aderire alla vaccinazione, accettando la prenotazione già inserita a sistema attraverso i canali del sito lapugliativaccina, il numero verde e le farmacie abilitate FarmaCUP.

Al fine di incrementare la partecipazione alla vaccinazione di questa categoria, quindi, Asl Taranto ha deciso di chiamare tutti coloro che, iscritti all’anagrafe regionale sanitaria, pur avendo a disposizione una data, un orario e una sede per la vaccinazione – come previsto dalla organizzazione della campagna vaccinale anti-Covid della Regione Puglia – non hanno ancora aderito.

A occuparsi delle telefonate, grazie ad un accordo siglato tra le parti, gli operatori di Teleperformance e di Covisian che, appositamente formati, chiameranno le persone individuate invitandole ad aderire alla campagna vaccinale. Il servizio sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00, con eventuale integrazione anche per il sabato.

Questa attività, svolta nel pieno rispetto della privacy delle persone, non avrà alcun costo a carico della Asl e si pone nel solco della collaborazione con Teleperformance e Covisian, tracciata sin dallo scorso dicembre, quando gli operatori tarantini delle due società di telecomunicazione affiancarono gli operatori del Dipartimento di prevenzione nelle attività di tracciamento dei contatti di casi Covid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *