Home Cronaca VARATI I GOZZI, TARANTO TORNA LA CITTÀ DEI VOGATORI (FOTO)

VARATI I GOZZI, TARANTO TORNA LA CITTÀ DEI VOGATORI (FOTO)

VARATI I GOZZI, TARANTO TORNA LA CITTÀ DEI VOGATORI (FOTO)
0

Suggestiva cerimonia di benedizione e varo dei Gozzi Tarantini da regata presso i Cantieri del Sud in Viale Ionio a San Vito.

Madrina dell’evento la Signora Giuseppina Albano e la benedizione è stata impartita da Don Emanuele Ferro Parroco della Cattedrale di San Cataldo.
La Polisportiva Vogatori Taras si è fatta carico di riportare alla luce la tradizione della città e così da qualche tempo è impegnata a promuovere discipline acquatiche che a Taranto negli anni si erano perse quasi del tutto.
IMG-20160528-WA0004
Tanta gente ha partecipato all’evento di sabato mattina. I “Gozzi” sono antiche imbarcazioni a remi che per l’occasione (e non solo) la polisportiva ha voluto decorare con disegni e giochi di colore che richiamano lo splendente passato storico di Taranto.
Acqua benedetta e acqua di mare per i gozzi tarantini da regata della Polisportiva vogatori Taras. Dopo la benedizione impartita da don Emanuele Ferro, parroco della Cattedrale di San Cataldo, le imbarcazioni sono state calate in mare sabato mattina alla presenza di tanti atleti e cittadini nei Cantieri del Sud di viale Ionio – San Vito (Taranto). Presenti tra gli altri il presidente dell’associazione Luciano Luparelli, il maestro Angelo Conte, uno dei pochi in Italia ad aver conquistato l’ambito “remo d’oro”, e suo figlio Cosimo, atleta ben instradato a raccogliere l’eredità paterna, entrambi allenatori delle squadre sportive.
“La Polisportiva Vogatori Taras – ha spiegato il presidente Luciano Luparelli – è un’associazione sportiva dilettantistica il cui scopo è quello di promuovere attività sportive dello sport in genere e in particolare quelle legate alle discipline del canottaggio. Anche se organizziamo attività sportive per tutte le età e per entrambi i sessireceived_10208356438942355 rivolgiamo una particolare attenzione al settore giovanile, al fine di promuovere lo sport come momento di aggregazione sociale, di maturazione e di impegno nel raggiungimento dei risultati sportivi”.

“Il canottaggio, la promozione del nostro territorio e della nostra cultura marinaresca sono la nostra passione. Promuoviamo tutto questo senza distinzione, attraverso valori quali l’impegno, la competizione, il sacrificio, l’amicizia e il divertimento. Per questo organizziamo anche attività sociali e culturali che permettano la partecipazione della comunità locale”.