VENDE MOTORI MARINI SU INTERNET MA VIENE TRUFFATO, IN DUE NEI GUAI

I Carabinieri della Compagnia di Martina Franca hanno denunciato per il reato di truffa un 31enne tarantino. Nell’ambito della stessa attività è stata deferita all’Autorità Giudiziaria anche una donna 38enne, incensurata di Palagiano, responsabile del reato di acquisto di cose di provenienza sospetta.
Qualche giorno addietro si era presentato presso la Stazione Carabinieri di Grottaglie un giovane che aveva riferito ai militari di aver messo in vendita su un sito Internet due motori fuoribordo.
Il presunto truffatore aveva manifestato interesse per i motori e pertanto aveva perfezionato un accordo con il venditore definendo quale prezzo della compravendita una somma di poco superiore ai 4.500 euro.
Il 31enne, tuttavia, dopo aver ottenuto i motori fuoribordo consegnava al venditore un assegno che si accertava essere “scoperto”.
Nel frattempo, il truffatore metteva in vendita i due motori ad un prezzo nettamente inferiore al reale valore, suscitando l’interesse della donna che, convinta di concludere un buon affare, li acquistava incautamente per la cifra di 2.500 euro.
La 38enne nuovamente poneva in vendita i motori sempre su piattaforma informatica, e l’annuncio veniva letto proprio dal denunciante che non ha fatto altro che informare i militari dell’Arma di Grottaglie i quali si sono recati presso l’abitazione della donna rinvenendo e sequestrando i motori in questione.
Per i fatti sopra descritti l’uomo è stato denunciato per truffa e la donna per acquisto di cose di sospetta provenienza.
Nella foto in evidenza i due motori marini restituiti al legittimo proprietario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *