VIA ANFITEATRO, LUCI ACCESE E LENZUOLA AI BALCONI

Le luci di casa accese, lenzuola ricamate e coperte esposte ai balconi. I commercianti di via Anfiteatro in queste ore stanno sensibilizzando i residenti della zona a riprendere una antica tradizione assunta dai tarantini in occasione del passaggio della Processione dei misteri che lungo il suo percorso osserva una sosta nella chiesa di San Francesco di via Regina Elena.

Via Anfiteatro allestita per i Sacri riti. A cura di numerosi commercianti l’abbellimento di una delle vie principali del Borgo. In questo modo hanno inteso contribuire a riportare l’attenzione dei cittadini su via Anfiteatro, strada che negli ultimi anni aveva registrato come una parte del commercio una grave crisi.

I commercianti hanno unito insieme le loro forze perché questo fosse di esempio ad altri settori dell’economia cittadiina. Insieme, nell’occasione, veterani e giovani negozianti. Tutti hanno voluto dare un primo segnale alla città, a quanti passeggiano o fanno shopping nel centro cittadino.

Vetrine abbellite con le immagini della Settimana Santa. In questi giorni si respira l’aria dei Sacri riti, fede e tradizione per la nostra città. Oltre ad abbellire le vetrine con riferimenti alla Settimana santa, i commercianti di via Anfiteatro hanno realizzato dei banner, cartelloni con immagini legate alla tradizione fissati lungo la strada che porta dal Palazzo del governo fino alla chiesa di San Francesco, tappa obbligatoria dei “perdoni”, i confratelli che compiono il pellegrinaggio durante la processione.

L’iniziativa ha trovato ampiamente disponibile l’Amministrazione comunale di Taranto, le associazioni del commercio, la Confraternita del Carmine. Dell’iniziativa è stato informato il priore Antonello Papalia, entusiasta del progetto. E’ stato lo stesso Papalia a suggerire un percorso allargato per rivolgere un “benvenuto” ai confratelli dell’Addolorata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *