(VIDEO) BRINDISI-TARANTO 0-2. IL SERVIZIO DI F. FRIULI

Dalla rete “Made in Taranto”, il brand che è riuscito a “mettere in rete” centinaia di esercizi commerciali, studi professionali e aziende del territorio, nasce oggi il nuovo e innovativo progetto “Insieme per competere, insieme per Taranto” che, nella mattinata odierna (29 novembre) è stato presentato in conferenza stampa alla presenza dei professionisti che hanno già aderito.
La filosofia di base è la stessa che ha decretato il successo di “Made in Taranto”: mettere insieme le forze sane della comunità che, condividendo professionalità ed esperienze, vogliono contribuire al rilancio dell’economia locale e al benessere dei cittadini.
L’idea è nata dalla constatazione che molti dei titolari di esercizi commercianti, aziende e studi professionali che hanno aderito a “Made in Taranto”, persone che vogliono fare impresa e creare benessere sul nostro territorio, si trovano ogni giorno ad affrontare piccoli o grandi problemi che riguardano sia le loro attività, sia la sfera personale e familiare.
Lo stesso accade per i loro clienti che, nell’ambito del rapporto di fiducia instauratosi quotidianamente, spesso confidano problemi e, soprattutto, palesano la difficoltà nel individuare il professionista cui rivolgersi per avere anche solo un semplice consiglio.

Da qui l’idea di creare un network, composto da titolari di qualificati studi professionali e di aziende di servizi di assoluto livello, in grado di fornire assistenza e consulenza agevolate nelle problematiche legali, commerciali, burocratiche, di marketing, progettuali e psicologiche. Si tratta di un servizio in grado di dare “risposte” non solo nell’ambito “business”, ma anche in quello personale e familiare.
È nato così “Insieme per competere, insieme per Taranto”, questo il nome del progetto, che darà assistenza non solo agli affiliati “Made in Taranto”, ma anche alla loro clientela: dal prossimo 15 dicembre, infatti, in tutte le attività convenzionate “Made in Taranto” i clienti riceveranno una brochure esplicativa e una card.
Potranno così collegarsi al sito web www.madeintaranto.org e, nella sezione dedicata a “Insieme per competere, insieme per Taranto”, potranno inviare il modulo con il loro quesito: entro 36 ore riceveranno una risposta esaustiva da un professionista competente nello specifico settore; nei casi più complessi il consulente organizzerà invece un incontro per approfondire la problematica.
La prima consulenza è gratuita, mentre nel proseguo del rapporto, se questo sarà necessario e se il richiedente lo riterrà opportuno, i professionisti applicheranno le “agevolazioni Made in Taranto”. Il regolamento è pubblicato sul sito www.madeintaranto.org.
Grazie a “Insieme per competere, insieme per Taranto” si potrà ottenere, in tempi brevi, un parere qualificato senza dover “cercare”, magari chiedendo a conoscenti o affidandosi a un motore di ricerca sul web, il professionista cui rivolgersi.
“Insieme per competere, insieme per Taranto” rappresenta un concreto contributo da un lato a contribuire a rendere più competitive le aziende e le attività del nostro territorio, da un altro a migliorare la qualità della vita dei nostri cittadini.

I professionisti di “Insieme per competere, insieme per Taranto”, inoltre, intendono contribuire ad arginare il fenomeno della emigrazione dei “cervelli” che depaupera la competitività del nostro territorio: tra tutti i progetti di nuove imprese che saranno presentati sul sito da giovani tarantini, infatti, saranno selezionati quelli caratterizzati dalla sostenibilità nel tempo, nuove imprese che poi saranno “accompagnate” gratuitamente nelle fasi iniziali dello start up dai professionisti di “Insieme per competere, insieme per Taranto”.

Il network “Insieme per competere, insieme per Taranto” è aperto a nuove adesioni di altri professionisti che intendono prendervi parte; al momento hanno già aderito: dottor Alessandro Lassandro, product manager “La Mediterranee”, dottoressa Floriana Pupino specializzata in biocosmetica, avvocato Piero Relleva specialista in contratti pubblico privati, dottoressa Maria Bruno specialista in psicologia e psicoterapia, architetto Alessia Gira specialista in progettazione paesaggistica, dottor Giuseppe Pasca specialista in contabilità, Cristina Pischetola, agente assicurativo plurimandatario, avvocato Chiaramaria Anastasia specialista in diritto civile e penale, dottor Marcello Bianco specialista in estetica del sorriso, architetto Fiorella Occhinegro specialista in design di interni, architetto Giuseppe Laporta specialista in progettazione sostenibile, dottor Gianluca Lomastro specialista in marketing e dottor Reyno Miccoli direttore scuola di inglese London School.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *