(VIDEO) RAPINA ALLE POSTE, TRE ARRESTI

In manette tre pregiudicati (una residente a Pulsano e due in provincia di Cosenza) gravemente indiziati, a vario titolo, di rapina aggravata dall’uso di armi, sequestro di persona, tentata rapina e furto.
L’indagine trae origine da una rapina commessa il 20 agosto a Talsano ai danni delle Poste Italiane, quando due individui, armati di pistola, costrinsero la direttrice ed un dipendente a consegnargli 80.000 euro.
Immediate le indagini della Squadra Mobile.

Nel corso delle indagini, durate poco più di un mese, si è appurato che gli indagati avevano effettuato alcuni sopralluoghi presso altri probabili obiettivi, sia nel capoluogo che in altre località della provincia di Taranto. È il caso di una gioielleria in via Cesare Battisti, di una banca sita a Torricella, e ancora di un’altra gioielleria di Carosino.
La mattina del 28 settembre gli stessi soggetti – che si aveva il sospetto stessero per compiere un’ennesima azione delittuosa – sono stati pedinati da alcuni equipaggi della Squadra Mobile mentre erano diretti a Carosino, in Corso Umberto dove preparavano un’altra rapina ai danni di una gioielleria. A questo punto la polizia li ha fermati e perquisiti rinvenendo il materiale utilizzato in occasione della rapina alle Poste.
Da qui la Procura della Repubblica, nella persona del Sost. Proc. Mariano Buccoliero, ha disposto il loro fermo quali indiziati di delitto, ordinandone l’accompagnamento in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *